L’idea di aggiungere in un'applicazione delle funzioni di assistenza durante una crisi in un Paese non è nuova, con Facebook che ormai da tempo ha introdotto gli avvisi "Sono al sicuro" con cui qualsiasi utente si trovi in un'area di pericolo (per una calamità naturale, un attacco terroristico o qualsiasi altra emergenza) può rassicurare parenti e amici sulle proprie condizioni.

google crisis map
Google Crisis Map

Adesso è il turno di Google, che sta lavorando a una Google Crisis Map con degli appositi avvisi SOS, disponibile anche da smartphone, e che andrà a integrarsi sia con Google Maps che con i risultati del motore di ricerca. Cercando un luogo teatro di un disastro, Google fornirà notizie e aggiornamenti continui sulla situazione, una mappa delle aree interessate, informazioni sul traffico e sulle strade chiuse, ma anche i siti ufficiali a cui rivolgersi e i numeri a cui telefonare. Allo stesso modo, aprendo Google Maps, si vedranno delle speciali bande rosse che segnalano la crisi in corso in una data zona del mondo. Cliccando sulla banda, apparirà una scheda con le informazioni su cosa sta avvenendo e, di nuovo, i siti ufficiali e i contatti di interesse.

L'obiettivo degli avvisi SOS è aiutare le persone a muoversi al meglio nel caso si trovassero in un'area a rischio (oppure ad evitarla) e a tenerle informate sugli avvenimenti. Gli avvisi SOS non erano inclusi nell'aggiornamento di Google Maps rilasciato lo scorso 24 luglio, ma è probabile che arriveranno a breve.