Mobilkom e E-Plus, due degli operatori di telefonia
mobile tedeschi che hanno conquistato lo scorso anno una licenza UMTS si sono
detti pronti a collaborare per lo sviluppo della futura rete di terza generazione
appena l'autorità preposta, la RegTP, stabilirà quali livelli di cooperazione
saranno possibili fra le aziende del settore.

In questo modo, garantiscono i portavoce delle
due aziende, si potranno abbattere i costi di installazione dal 20 al 40 per
cento. La RegTP sta studiando tre diversi livelli di possibile cooperazione,
seguendo anche i dettami dell' UMTS Forum. Dalla condivisione della singola
antenna, a quella di interi settori della rete in zone poco popolate, fino ad
arrivare alla condivisione di antenne su differenti porzioni di spettro radio,
tenendo conto che ben il 90 per cento della popolazione tedesca vive nel 50
per cento del territorio.

Secondo quanto stabilito dai regolamenti per l'assegnazione
delle licenze 3G, gli operatori dovranno coprire subito almeno il 25 per cento
del territorio. Per evitare inutili sprechi di denaro, la soluzione della condivisione
dei siti radio base nelle zone rurali è parsa a tutti gli attori interessati,
un'ottima idea. Appare quindi chiaro come gli operatori attendano con trepidazione
le decisioni del RegTP