Dopo aver avuto tra le mani il Samsung Galaxy S7, il team di iFixit ha manifestato numerose perplessità sulla riparabilità del device. I dubbi provenivano particolarmente dal fatto che il dispositivo è impermeabile, oltre ad essere sigillato in metallo premium e materiale di vetro. A tal pro, una volta ricevuto il fratello maggiore, Galaxy S7 Edge, il team di iFixit ha provveduto subito a smontarlo per valutare l’effettiva riparabilità. Come mostrato nel video in basso, è stato tolto il display AMOLED e si è potuto vedere che, per impermeabilizzare il telefono, Samsung ha usato un particolare nastro a tenuta stagna e abbondanti quantità di adesivo ovunque.

La conclusione a cui si è arrivati è abbastanza scontata: anche togliendo la cover e i vari componenti hardware con tutte le attenzioni del caso, il dover riassemblare i pezzi mantenendo lo stesso livello di impermeabilità potrebbe rivelarsi una sfida troppo ardua per qualunque centro assistenza. La buona notizia è che, una volta tolta la cover, è abbastanza facile da raggiungere la batteria se si ha bisogno di sostituirla, in quanto stavolta non è nascosta sotto la scheda madre. La cattiva notizia è rappresentata invece, purtroppo, da tutto il resto, perché per arrivare allo schermo e rimuoverlo o effettuare altre operazioni all'interno del device si deve davvero essere molto abili. Punteggio finale della riparabilità? iFixit lo valuta a 3 su 10.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum