Samsung Galaxy S10 potrebbe avere un foro nel display più piccolo rispetto a quello dell’appena presentato Galaxy A8S, il primo smartphone al mondo ad avere un display Infinity-O. A confermare la differenza sarebbe un nuovo leak rappresentato da una foto di quello che potrebbe essere la protezione del display dello smartphone.

Samsung Galaxy S10: un Infinity-O più piccolo

Negli ultimi due giorni, le foto di leak delle protezioni di tre smartphone hanno aiutato a fare chiarezza su come potrebbero essere i pannelli frontali dei device. Dopo Huawei P30 Pro e Sony Xperia XZ4 è il turno di Samsung Galaxy S10 e la nuova immagine del possibile screen protector.

L’immagine trapelata mostra chiaramente un foro più piccolo di quello che è presente su Samsung Galaxy A8S. L’indiscrezione deriva dal noto leaker Ice Universe, che ha pubblicato la foto tramite il suo profilo Twitter. L’informatore raramente sbaglia quando si tratta di device Samsung, soprattutto quando manca relativamente poco all’ufficializzazione dei device.

galaxy s10 leak protezione

Se il leak fosse attendibile, resterebbe da capire le motivazioni per le quali il foro sul pannello di Galaxy A8S sembra più grande di quello presumibilmente presente su Galaxy S10. Si potrebbe pensare ad un gioco di prospettive, del resto a confronto c’è la protezione di un display ed uno smartphone acceso. Entrambi sono ripresi da angolazioni e distanze differenti.

L’altra possibilità potrebbe riguardare il tipo di pannello: su Galaxy A8S è presente un IPS mentre Galaxy S10 avrà molto probabilmente (a meno di sorprese) uno schermo Super AMOLED a bordo. Potrebbe essere possibile che il secondo permetta un taglio più piccolo e raffinato, per questioni tecniche o limiti dei display IPS. Ad ogni modo, si tratta solo di ipotesi basate su leak: la certezza assoluta sarà a disposizione solo quando i device saranno raffrontati l’uno accanto all’altro. Ormai manca relativamente poco all’ufficialità dell’intera line-up di Galaxy S10, prevista per il prossimo Mobile World Congress.

Fonte: Twitter