L’industria degli accessori arriva in soccorso per tutti quegli utenti che sentono la mancanza del foro per il mini-jack sul nuovo iPhone 7. Actual Innovation – una piccola società di Austin (Texas) – ha aperto una campagna di crowdfunding su IndieGoGo per finanziare il suo progetto Fuze: un case per il nuovo smartphone Apple dotato di ingresso audio – oltre che di porta Lightning.

Fuze - case per iPhone 7 con ingresso mini-jack
Fuze – case per iPhone 7 con ingresso mini-jack

Si tratta del primo case di questo genere. L’idea non solo è originale – anche se era abbastanza ovvio attendersi una soluzione di questo tipo – ma anche lodevole, in quanto racchiude due utili funzioni in un solo accessorio. Oltre all’ingresso audio mini-jack standard da 3,5mm (che manca sull’iPhone 7), il Fuze integra anche una batteria suppletiva, che permette di allungare notevolmente l’autonomia del cellulare. Nel case per il modello base la batteria è da 2.400 mAh mentre in quello per il modello Plus è da 3.600 mAh. Nonostante queste cifre, comunque, il case presenta uno spessore davvero minimo (appena 5 millimetri) e un peso accettabile (28 grammi). Il che significa che finalmente siamo di fronte a una valida soluzione per chi ha ancora bisogno del mini-jack, ma non vuole avere tra i piedi ingombranti adattatori come quello Belkin.

Fuze
Fuze

Dal punto di vista del design il Fuze è un case come tanti altri: si posiziona sul retro dell’iPhone 7, agganciandosi ai bordi e alla porta Lightning; sulla parte alta, nell’angolo sinistro, ha il tradizionale maxi-foro che lascia scoperti flash e fotocamera. Il progetto si basa su di un case originariamente ideato da MFi (Made for iPhone), un produttore certificato Apple. Cinque sono i colori disponibili: bianco, oro, oro rosa, nero e blu.

iPhone 7 - Adattatore vs Fuze case
iPhone 7 – Adattatore vs Fuze case

La campagna di raccolta fondi è andata anche meglio delle previsioni: la cifra obiettivo di 50.000 dollari è stata superata brillantemente. Nel momento in cui scriviamo Actual Innovation ha raccolto per il progetto Fuze più di 62.000 dollari. Questo significa che le offerte per gli “early birds” sono già terminate. Adesso, chi vuole può ordinare un’unità di Fuze per 69 dollari (circa 61 euro). La macchina produttiva comunque pare sia già partita. Le spedizioni del prodotto partiranno a dicembre.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum