Fibra ottica e 4G? La nuova generazione delle connessioni Internet si è fatta abbastanza matura per poterci sedere un attimo a fare il punto della situazione e, soprattutto, capire che cosa davvero ci possono offrire.

Senza titolo 5
Fibra ottica o 4G?

La nuova rete mobile nei principali capoluoghi di provincia è ora persino 4G+ (come la chiamano Tim e Vodafone, ossia LTE Advanced, in termini di standard tecnologico). Ossia velocità di 225 o 300 Megabit al secondo, contro i normali 100 Megabit del 4G. Va sempre ripetuto che sono velocità massime raggiungibili dalla cella e che gli utenti se la dividono (quindi 100 Megabit, se ci sono cinque utenti, diventano 20 Megabit ciascuno, che è un evento molto probabile). Con la fibra ottica il rapporto tra velocità pubblicizzata e quella reale è invece più lineare, dato che la banda massima dell’offerta non è in effetti condivisa tra gli utenti.

Clicca qui per scoprire la tariffa Vodafone Super Fibra

Clicca qui per scoprire la tariffa Vodafone Super Fibra Family


Tuttavia, anche qui la situazione può essere confusa, per l’utente medio. In Italia, infatti, abbiamo due tecnologie “fibra ottica” (Ftth e Fttc, rispettivamente fibra fino alla strada oppure fino all’appartamento) e vari tagli di velocità: al momento in cui scriviamo sono disponibili a 100/10 Megabit, 100/20 Megabit, 10/10 Megabit, 20/10 Megabit, 30/3 Megabit (quest’ultimo potrebbe sparire presto!). Ecco perché abbiamo pensato fosse arrivato il momento di fare chiarezza, con i nostri lettori. E abbiamo chiesto a SOS Tariffe di aiutarci per fare la summa delle velocità medie reali per ogni comune e regione d’Italia, in 4G e fibra ottica. Per la fibra valgono i test fatti dagli utenti sullo strumento di rilevazione presente sul sito di SosTariffe. Per il 4G, invece, abbiamo usato i test raccolti da OpenSignal.

Senza titolo 4
A caccia di Megabit

È bene premettere che i risultati riportati non hanno valore statistico, dato che sono la rielaborazione dei test eseguiti spontaneamente dagli utenti dei due siti citati. Tuttavia, possono essere un buon punto di riferimento per capire la realtà di queste nuove connessioni, anche perché al momento non ci sono test o studi “ufficiali”. Cosa emerge dunque dai test? Per prima cosa che c’è una certa variabilità tra i diversi comuni e regioni, quanto a velocità reale. Per il 4G siamo poco sotto i 20 Megabit al secondo, mentre per la fibra siamo intorno ai 30 Megabit. La fibra ci dà insomma più velocità. Consideriamo, inoltre, che i test si basano sulle velocità fibra degli utenti, che in quel momento erano soprattutto di tipo 30/3 Megabit.

Clicca qui per scoprire la tariffa TIM Smart Fibra + Mobile

Clicca qui per scoprire la tariffa TIM Smart Fibra

Clicca qui per scoprire la tariffa TIM Smart Fibra (solo web)

Clicca qui per scoprire la tariffa TIM Smart Fibra + Casa

Clicca qui per scoprire la tariffa TIM Smart Fibra + Casa + Mobile

Da qualche settimana, Tim ha reso le proprie offerte a 100 Megabit, quindi gli utenti di queste connessioni possono ambire in realtà a una velocità ben maggiore (75-95 Megabit di solito, a quanto risulta da diversi test indipendenti). Insomma, con la fibra 100 Megabit si va tre o quattro volte più veloce del 4G. Detto questo al netto di un’altra considerazione importante: solo con le connessioni fisse possiamo avere traffico infinito; quindi, se scarichiamo tanto o vediamo tanti video o film in streaming lasciamo perdere le reti mobile!

Senza titolo 4
4G vs. 3G

La grossa novità di quest’anno è che Tim ha portato tutta la propria rete a 100 Megabit, mentre prima (a differenza di Vodafone e Fastweb) si fermava a 30 o 50 Megabit. Ha scelto anche di puntare in alto con la velocità di upload: 20 Megabit. Una velocità che finora ha dato solo Vodafone, sulla propria rete. Ricordiamo che la velocità di upload con cui la fibra Tim ha debuttato in Italia era invece di 3 Megabit. La rete fibra Tim ha peraltro due prerogative: al momento della rilevazione dei dati è la più ampia (ha superato il 40 percento della popolazione) ed è utilizzabile anche dagli altri operatori, quindi il passaggio a 100 Megabit ha un impatto di sistema. Tiscali e Wind hanno già portato a 100 Megabit le proprie connessioni che si appoggiano alla rete Tim.

Offerte fibra ottica
Offerte ADSL
Offerte 4G LTE

Se abbiamo bisogno di buona velocità, soprattutto in upload (dove le ADSL si fermano a 1 Megabit), il 4G (tecnologia LTE) è una buona soluzione. Le offerte 4G arrivano a 20-30 GB, ma i due operatori principali, Tim e Vodafone, si fermano a 3-5 GB al mese (eventuali GB extra costano cari, nell’ordine dei 10 euro al mese addizionali per un paio di gigabyte in più). E solo quei due hanno una copertura 4G nazionale, 85 (Tim) e 93 (Vodafone) percento della popolazione, rispettivamente (dati di dicembre 2015). Wind e 3 Italia (H3G) si fermano al 50 percento circa.

Clicca qui per scoprire la tariffa Fastweb Jet Fibra 100

Clicca qui per scoprire la tariffa Fastweb Super Jet Fibra 100

Clicca qui per scoprire la tariffa Fastweb Joy Fibra 100

A gennaio, 3 Italia ha voluto fare un salto in avanti, dando 100 GB per un anno sugli abbonamenti che includono uno smartphone con formula Free, ossia i più costosi (30, 35 o 40 euro al mese). Con questa formula abbiamo uno smartphone di fascia alta e possiamo cambiarlo ogni 15 mesi. Altrimenti, le offerte arrivano a 8 GB. Con Wind arriviamo a 14 GB (a 40 euro al mese). Ma c’è da considerare, però, che Wind è anche l’operatore con la copertura 4G meno estesa.

Gli operatori più veloci per regione (Fibra e 4G)
Gli operatori più veloci per regione (Fibra e 4G)

Sulla cartina in alto (cliccabile), per esigenze di spazio, riportiamo gli operatori più veloci per regione, distinguendoli tra offerte in fibra ottica (blu) e 4G-LTE (rosso). Unica eccezione è la Valle d’Aosta, per la quale abbiamo omesso il risultato della fibra in quanto il numero dei test disponibili non era sufficiente a fornire un dato verosimile. Precisiamo che, in entrambi i test, i valori hanno funzione puramente indicativa e non vanno presi alla lettera, poiché né SOS Tariffe, né OpenSignal sono in grado di verificare la correttezza dell’esecuzione (non possono sapere se l’utente abbia eseguito i test quando la connessione era del tutto libera da altro traffico), ma rappresentano comunque una media affidabile per capire quale potrebbe essere, nella nostra zona, l’operatore migliore.

In ultima analisi, per conoscere tutte le tariffe telefoniche (mobili e fisse), consigliamo di utilizzare il servizio Trovatariffa su Telefonino.net, che è sempre aggiornato e permette di risparmiare trovando l’offerta più adatta alle proprie esigenze.