Epic Games ha recentemente acquisito Hyprmeet, un’azienda specializzata in avatar digitali espressivi. Grazie alla tecnologia della startup, sembra che in futuro potremo inserire le nostre personali espressioni facciali all’interno di Fortnite.

Fortnite: in futuro gestirà le espressioni facciali?

Da un semplice videogame dove si compivano fortissime rappresaglie, ora Fortnite è un grandissimo spazio virtuale dove si trascorre del tempo con gli amici, si assiste a concerti digitali, si socializza in tutta tranquillità. Tuttavia, finora, l’espressività è stata limitata alle emote che Epic programma all’interno del gioco. Adesso però, l’editore francese ha appena acquisito una società chiamata Hyprmeet, capace di inserire le espressioni facciali di un umano direttamente all’interno di un character all’interno di un videogioco, il tutto con il semplice ausilio di una webcam. Questa tecnologia, sembra a tutti gli effetti, perfetta per il battle royale più famoso di sempre. Giusto per avere un assaggio di come potrebbe risultare, gustatevi questo magnifico trailer:

Hyprmeet è stato rilasciato in open beta a settembre e sebbene l’app non sia ancora disponibile, è facile immaginare quanto possa essere piacevole avere un po’ di espressività facciale all’interno del frenetico videogame di casa Epic. In “Party Royale“, l’hub social all’interno di Fortnite, ci sono state diverse esperienze virtuali sin dalla sua creazione: concerti, trailer, manifestazioni e molto altro ancora.

Nonostante il potenziale (parliamo ancora in maniera ipotetica), l’acquisizione di oggi è avvenuta senza piani per l’implementazione della nuova tecnologia nel gioco e i commenti del CTO di Epic Kim Libreri suggeriscono che questo acquisto potrebbe riguardare dapprima i creator. L’uomo afferma così:

Portare il team Hyprsense ci consente di […] avvicinarci all’obiettivo di fornire a tutti i creatori il pieno controllo sull’espressione della loro visione fino alla più piccola sfumatura.

Epic ha già esplorato forme poco costose di motion capture per l’Unreal Engine, incluso l’utilizzo della fotocamera TrueDepth di un iPhone per costruire la mappatura della profondità di un viso. La tecnologia di Hyprsense però, permette di utilizzare una comunissima webcam che tutti noi oramai possediamo, al fine di rendere accessibile l’acquisizione del movimento facciale per più sviluppatori.

Fonte:The Verge