Un paio di giorni fa è emerso un rapporto in rete che spiegava come il produttore di display BOE fosse riuscito a spodestare l’ex regina Samsung dal primo posto all’interno della classifica dei migliori OEM di schermi. Di fatto, quest’azienda sta crescendo rapidamente e il merito è anche della sua capacità innovativa. Non a caso, adesso si scopre che sia riuscita a creare un pannello pieghevole capace di flettersi sia verso l’interno che verso l’esterno. Signore e signori, ecco a voi il display foldable a 360°.

BOE: innovazione e qualità prima di tutto

Il display, già prodotto in serie, utilizza uno schermo flessibile che si piega sia all’esterno che all’interno. Questo prodotto di BOE adotta un design del modello a strati multi-neutri, capace di ridurre efficacemente lo stress della “piega esterna” e della “piega interna”, tipica dei display fold attualmente presenti in commercio.

Secondo quanto si osserva, questo pannello sembra essere in grado di realizzare un effetto di piega bassa sia sull’aspetto in-fold che in quello in out-fold. L’azienda assicura un utilizzo senza problemi per ben 200.000 volte.

Attualmente, BOE ha riferito di aver raggiunto la produzione di massa di display pieghevoli R5 e display pieghevoli R3 e di aver fornito le sue meravigliose unità ai principali produttori di smartphone internazionali. Oltre a pieghevoli esterni e flessibili prodotti in serie, BOE ha anche implementato il rullo scorrevole flessibile e adesso la tecnologia di piegatura flessibile a 360°.

Stando a quanto si vede dal video pubblicato da Sparrow News, la tecnologia di piegatura flessibile a 360° di BOE supera il limite della classica piega unidirezionale dei tradizionali foldable e raggiunge una piegatura completa. In poche parole, può venir ripiegato, lasciato aperto, richiuso totalmente. Sono davvero tanti gli utilizzi che si possono fare di un prodotto simile. Speriamo presto che questo pannello possa venire adoperato da qualche costruttore di telefonia mobile nel prossimo futuro.

Fonte:Gizmochina