Il Sony Xperia Pro è stato annunciato insieme all’Xperia 1 II e Xperia 10 II nel febbraio dello scorso anno, tuttavia non è mai stato reso disponibile per l’acquisto. Quasi dodici mesi dopo, la società nipponica ha lanciato ufficialmente il flagship negli Stati Uniti. Il device rappresenta una pietra miliare per Sony poiché è il primo terminale 5G a raggiungere gli States. Ad ogni modo, state calmi: il prezzo di questo gioiellino è di ben 2499,99 dollari. E no, questo non è un telefono pieghevole o arrotolabile.

Sony Xperia Pro: pensato per i professionisti dell’imaging

Il prezzo elevato non sarà certamente attraente per tutti i clienti. Il punto è che Sony intende rivolgersi ai professionisti, ai videomaker che pensano di acquistare una Sony A1 o una A9 II. Di fatto, gli utenti potranno utilizzare l’ingresso HDMI del telefono per trasformare il dispositivo in un monitor esterno per la mirrorless. Inoltre, la connettività 5G significa che il device potrà essere utilizzato per caricare rapidamente o riprodurre in streaming filmati video.

Proprio come la serie Xperia Mark, Xperia Pro è dedicato ai fotografi e videografi di tutto il mondo. A parte l’ingresso HDMI e il supporto alle reti 5G, il telefono non porta novità significative rispetto all’Xperia 1 II. Per chi non lo sapesse, quest’ultimo gode della connettività 4G negli USA. In Europa invece, è possibile acquistare la variante con modulo per la nuova connettività. Oltre al prezzo, ecco un’altra “bad news“: Xperia Pro non raggiungerà mai il vecchio continente e pare che rimarrà un’esclusiva degli Stati Uniti.

Lo smartphone è dotato di un display OLED da 6,5 ​​pollici con un formato 21: 9 e una risoluzione di 3.840 x 1.644. L’elevata risoluzione è sicuramente un punto importante per questo telefono, poiché non vi sono molte aziende che scommettono su risoluzioni troppo vicine al 4K.

Sotto il cofano, vi è un processore Qualcomm Snapdragon 865 che trae la sua potenza da una batteria da 4.000 mAh. Il reparto fotocamere offre lenti da 12 MP aventi differenti lunghezze focali. Sul frame inferiore, vi è un ingresso HDMI, mentre la porta USB-C è montata a sinistra. Secondo la compagnia nipponica, il device è in grado di supportare un flusso video HDR fino a 4K a 60 fps e può funzionare con qualsiasi fotocamera dotata di uscita HDMI.

Per quanto riguarda la connettività, il Pro gode della connessione alle reti sub-6GHz e mmWave 5G. Secondo la compagnia, c’è un esclusivo array di antenne mmWave a quattro vie che massimizza la ricezione.

Fonte:The Verge