DORO, brand leader nella commercializzazione di smartphone destinati agli anziani, ha donato ben 150 smartphone agli utenti guariti dal COVID-19.

DORO: 150 device in regalo

L’iniziativa è nata per favorire il contatto costante fra i guariti e il personale sanitario, durante il periodo di recupero fisico domestico e rientra nel più ampio progetto di “Associazione Energie Sociali Jesurum Mai Solo”. Quest’ultimo, grazie anche al supporto di “Milano Aiuta” (Comune di Milano) offre una serie di servizi gratuiti all’utenza più vulnerabile.

Ognuno dei 150 dispositivi è dotato di una SIM offerta da WINDTRE con a bordo 3 mesi di traffico dati e voce gratis. Inoltre, i device sono impostati per contattare rapidamente 5 numeri predefiniti, uno dei quali raggiunge direttamente l’Ospedale Sacco, struttura alla quale DORO ha consegnato gli smartphone.

Mauro Invernizzi, Country Managing Director di Doro Italia, ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi di poter collaborare all’interno di questo progetto con delle realtà importanti come Energie Sociali Jesurum e WINDTRE, con l’obiettivo comune di rendere la socialità e i rapporti con la tecnologia sempre più facili al pubblico dei senior, spesso escluso da questo campo a causa di ostacoli facilmente sorpassabili. In questo periodo d’emergenza, l’isolamento degli anziani rappresenta un tema fortemente sentito da tutta la popolazione, motivo per cui abbiamo voluto agire in soccorso di coloro che avrebbero altrimenti avuto l’esperienza di una convalescenza ancora più difficile, ridandogli la gioia di poter affrontare la guarigione col supporto dei loro cari, anche i più lontani.”

Entusiasmo anche da parte dell’Ospedale Sacco:

“Siamo molto grati a Doro e al progetto di Associazione Energie Sociali Jesurum Mai Solo per aver scelto di sostenere, in questo difficile periodo di emergenza sanitaria, i nostri pazienti più anziani, offrendo loro la possibilità di comunicare con maggiore facilità, una volta dimessi dal loro ricovero per Covid-19.”

Michela Jesurum, fondatrice di Associazione Energie Sociali Jesurum e ideatrice di Mai Solo, commenta:

“Siamo felici di poter rivolgerci con il nostro progetto Mai Solo a un bacino sempre più vasto di persone, come abbiamo fatto dai primi giorni dell’emergenza, rilevando di volta in volta i bisogni della comunità. Il nostro impegno resta costante e si unisce a quello di tanti soggetti, privati e non, che con noi vogliono fare la propria parte.”

Il Presidente del Municipio 8, Simone Zambelli, ha espresso entusiasmo per l’andamento dei progetti di solidarietà:

“La sinergia e il lavoro sul territorio di Energia Sociali sta creando e generando tantissime opportunità per molte persone, specialmente persone più fragili e vulnerabili. Noi come Municipio 8, continueremo a sostenere e promuovere queste iniziative, che rendono Milano una comunità sempre più coesa e solidale.”