DJI ha appena annunciato la nuova fotocamera compatta stabilizzata Pocket 2 con tantissimi miglioramenti e accessori in più rispetto al primo modello introdotto oramai due anni or sono.

DJI Pocket 2: molto di più di una semplice evoluzione

Che il video mobile non sia solo appannaggio degli smartphone ce lo sta dicendo DJI a chiare lettere sin dal lancio della prima Osmo Pocket del 2018. Dopo diverso tempo, la compagnia ha creato una versione aggiornata della “miracolosa” telecamerina portatile, migliorata in ogni suo aspetto. Il nuovo modello segue lo stesso design dell’iterazione originale, ma presenta una nuova lente, un sistema audio migliorato e il supporto ad un’ecosistema di tanti accessori.

Molte delle caratteristiche di Pocket 2 sono state pensate per i vlogger e i viaggiatori, ma rimane – ad ogni modo – una semplice fotocamera minuscola adatta praticamente a chiunque. Il corpo è più piccolo e leggero; adesso pesa solo 117 g ma permette oltre 2 ore di autonomia grazie alla rinnovata batteria. Ci sono alcuni elementi modulari che permettono di inserire uno smartphone a supporto del tutto, ma anche un microfono esterno, un modem WiFi e tanti altri ancora.

La compagnia cinese ha prestato particolare attenzione al suo comparto audio, uno dei punti critici del vecchio modello. Ora troviamo quattro microfoni integrati che possono coprire diverse angolazioni e a cui è possibile collegar anche un microfono esterno per avere una resa migliore. Ci sono perfino le features che eliminano le frequenze del vento e lo zoom audio (come quello che abbiamo visto su alcuni terminali recenti) che si adatta alla lunghezza focale dell’obiettivo.

Come ci si aspetterebbe, anche la fotocamera è stata completamente sostituita e adesso molto simile a quella presente sul Mavic Air 2. Tante sono le somiglianze: in primis, il sensore da 1 / 1,7 pollici è più grande della generazione precedente e supporta la registrazione video in 4K a 60 fps attraverso l’obiettivo da 20 mm f / 1.8. Stiamo parlando di un un sensore quad-bayer, quindi capace di scattare foto fino a 64 MP o ridurle a soli 16 MP per ottenere un’incredibile gamma dinamica.

C’è uno zoom senza perdita di dettaglio di 4X, o anche 8X, così da avere una visione migliore delle cose che sono lontane; attenzione, però. In questo caso, si perderanno dettagli significativi. Il supporto HDR verrà aggiunto anche con un aggiornamento software in un secondo momento.

Come tutti i prodotti DJI, ci sono funzionalità come l’ActiveTrack 3.0, le varie configurazioni di ripresa e l’onnipresente modalità “Storia”. L’app DJI MIMO ora, supporta anche lo streaming live e vanta un editor aggiornato per montare video veloci anche in movimento.

DJI ha anche aggiunto alcune funzioni utili e intelligenti alla nuova Pocket 2; c’è la funzione di “riattivazione rapida” che avvia la registrazione non appena la camera viene acceso, o il rilevamento delle cadute, in modo che l’alimentazione possa venir spenta e la fotocamera possa essere riposizionata in un battibaleno per ridurre il pericolo di un impatto.

La Pocket 2 sarà disponibile per l’acquisto a partire dal primo novembre; il modello base con attacco per treppiede e mini stick di controllo avrà un prezzo di 379 €. Per chi fosse interessato, sappiate che c’è anche la Creator Combo che aggiunge un obiettivo grandangolare, il microfono wireless (con antivento), una maniglia esterna e un micro treppiede, il tutto a 519 €.

Fonte:DJI