Tablet e Chromebook continuano a registrare un’impennata nelle vendite nel primo trimestre del 2021; questo è quanto si evince da un recente rapporto condiviso online.

Le spedizioni di tablet e Chromebook segnano numeri da RECORD

Mentre il mondo sta ancora combattendo la pandemia di Coronavirus, le spedizioni di tablet e Chromebook sono rimaste solide. La pandemia aveva inizialmente alimentato la domanda di questi prodotti nel 2020, che sta ancora registrando un aumento nel primo trimestre di quest’anno.

Secondo un rapporto di IDC, i tablet hanno registrato un eccellente primo trimestre con le spedizioni che hanno raggiunto i 39,9 milioni di unità nel primo trimestre dell’anno corrente. Ciò ha segnato una crescita del 55,2% anno su anno, un livello di aumento non visto dal terzo trimestre del 2013, quando il mercato delle tavolette smart era cresciuto del 56,9% su base annua. D’altra parte, anche le spedizioni di Chromebook sono rimaste solide con oltre 13 milioni di unità nello stesso periodo, rispetto ai 2,8 milioni di unità rispetto al primo trimestre dello scorso anno.

mercato tablet e chromebook

Anuroop Nataraj, analista di ricerca presso IDC, ha dichiarato in merito:

Sebbene l’implementazione di vaccini e le aziende che tornano negli uffici possano rallentare la tendenza del lavoro da casa, siamo ancora lontani dal tornare alle condizioni di lavoro ‘normali’ e quindi la domanda di tablet, in particolare rimovibili. , dovrebbe continuare per un po’. Tuttavia, poiché gli acquirenti si rivolgono sempre più a prodotti concorrenti, come notebook sottili e leggeri per il lavoro o l’intrattenimento e Chromebook per l’istruzione, il futuro dei tablet rimarrà sotto costante concorrenza, lasciando il lavoro pesante a marchi più grandi come Apple, Samsung, Amazon, e Microsoft.

mercato tablet e chromebook

Inoltre, la crescita del mercato dei tablet è stata trainata anche dalle scuole di tutto il mondo che hanno mostrato una forte preferenza per la tipologia di prodotti grazie al fattore di forma dei device stessi, al basso costo e alla facilità di gestione. Nel frattempo, un altro analista di IDC, Jitesh Ubrani, ha aggiunto che “Non c’è dubbio che i Chromebook abbiano soppiantato i tablet in molti mercati dell’istruzione. Tuttavia, il prezzo e la dipendenza dai servizi cloud hanno impedito che diventassero pilastri in tutte le regioni “.

Fonte:IDC