Lo smartphone più chiacchierato (e forse più desiderato) del 2014 è stato senza dubbio il OnePlus One . Dopo aver venduto più di 1 milione di unità – nonostante il sistema di acquisto fosse un po’ "complicato", per usare un eufemismo – l’azienda cinese (di proprietà della Oppo) ha intenzione di produrre un nuovo telefono cellulare e di lanciarlo entro il terzo trimestre di quest’anno, ossia entro settembre 2015.

Questa è però l’unica cosa certa che sappiamo finora del nuovo smartphone. Con molta probabilità si chiamerà OnePlus Two (come logica vorrebbe). Ciò che è ignoto, invece, è la sua scheda tecnica: sulle caratteristiche di questo apparecchio infatti si stanno facendo in Rete parecchie congetture.

OnePlus One
OnePlus One

Un report pubblicato recentemente da GizChina, però, ha iniziato a svelare qualcosa. A quanto pare le dimensioni del device rimarranno sostanzialmente simili: dunque avremo uno schermo da 5,5 pollici. Ciò che cambierà sarà la sua risoluzione, che dovrebbe passare dal 1920×1080 (circa 401ppi) del modello “One” alla 2560×1440 (circa 534ppi) del modello “Two”. Cosa molto strana, se si pensa che qualche tempo fa l’azienda stessa definì la risoluzione di tipo 2K qualcosa di eccessivo ed inutile, dal momento che l’occhio umano non riuscirebbe sostanzialmente a captare la differenza tra la FullHD e le risoluzioni superiori. Polemica a parte, comunque, a questo punto dovremmo essere certi che il pannello del prossimo OnePlus avrà qualità QuadHD.

Ma andiamo oltre. Dietro uno schermone così ben definito dovremmo trovarci un grosso banco di memoria (da 3 o 4 GB) e un processore di primissimo livello, ossia uno Snapdragon 810 di Qualcomm – lo stesso che sarà usato sull’LG G Flex 2; ciò significa SoC di tipo ARM con architettura a 64 bit e clock sino a 2 GHz, formato da 4 core di tipo Cortex-A57 più 4 di tipo Cortex-A53, il tutto abbinato ad una GPU modello Adreno 430.

Il OnePlus Two dovrebbe essere alimentato da una sostanziosa batteria da 3,300 mAh e dovrebbe essere gestito da Android in versione 5 (Lollipop). Stranamente (o prevedibilmente?) non ci sarà la personalizzazione Cyanogen, ossia l’OS presente sull’apparecchio non sarà modificata dalla società nata dalla nota community online di smanettoni Android. La qualcosa fa alzare un po’ il sopracciglio, in quanto proprio la presenza della ROM Cyanogen – oltre che il notevole rapporto qualità/prezzo – è stata uno dei fattori del successo di questo apparecchio/brand.

OnePlus One
OnePlus One

Il prezzo di questo nuovo smartphone dovrebbe essere 2.699 CNY (circa 375 Euro), ossia un centinaio di Euro in più rispetto al suo predecessore, che – lo ricordiamo – attualmente è possibile portarsi a casa con soli 269 Euro.

Degne di essere riportate sono anche alcune altre voci secondo cui, per questa seconda generazione di One Plus, ci potrebbe essere una doppia versione dello smartphone: un’edizione con dimensioni simili al cellulare del 2014 e una per fan di apparecchi dalle dimensioni ridotte e più maneggevoli.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum