Chrome per Android utilizzerà presto l’Assistente di Google come input vocale per la ricerca sui siti e per attivarlo basterà semplicemente spuntare un flag nelle impostazioni. BigG sembra che stia lentamente eliminando la sua vecchia tecnologia di riconoscimento vocale a favore del suo assistente virtuale e l’ultima app Android a beneficiare della transizione è proprio il suo browser proprietario Chrome: questa appare come un’ottima notizia per gli utenti multilingue. Semplicemente “flaggando” un’impostazione, si potrà ritirare la vecchia interfaccia di ricerca vocale a favore di un look tutto nuovo e sgargiante.

Chrome e Google Assistant: integrazione quasi completata

Per attivare la nuova esperienza di ricerca vocale, copiate e incollate sul browser la seguente dicitura: chrome: // flags / # omnibox-assistant-voice-search. Attivate a questo punto la ricerca vocale dell’assistente nella omnibox e riavviate il tutto. Quando toccherete il pulsante del microfono nella barra degli indirizzi o nella Omnibox in una nuova pagina della scheda, vedrete un pannello di ricerca vocale dell’assistente a schermo intero invece della piccola finestra pop-up del precedente. Funzionalmente, la ricerca vocale rimane identica in entrambe le versioni: Google vi darà una risposta vocale e potrete vedere i normali risultati di ricerca su google.com. La nuova interfaccia può essere attivata anche sui telefoni che non dispongono del nuovo Assistente Google.

Tenete presente che la ricerca vocale riprogettata è attiva solo nella pagina della nuova scheda e nella barra degli indirizzi. Quando toccherete il pulsante del microfono su google.com, il riconoscimento vocale verrà ancora gestito direttamente dal sito web.

La nuova interfaccia è disponibile nella versione stabile di Chrome 87, quindi non è necessario disporre della versione beta o dev: potete scaricarla senza problemi dal Play Store. Che dite, vi piace questa nuova integrazione? Sembra proprio che Google Assistant farà sempre più parte delle nostre vite.

Fonte:Chromium