La ricerca presentata da Ipsos MORI e commissionata da Research In Motion (RIM), rivela che l’85% delle PMI italiane afferma di utilizzare come mezzo di comunicazione preferito l’email per rimanere in contatto con i propri stakeholder (clienti e fornitori), dato a cui segue l’utilizzo delle chiamate vocali (78%).

Relativamente a un Paese in cui le PMI sono predominanti e localizzate lontano dai propri clienti e fornitori (il 57% è situato a più di 16 km di distanza dai loro stakeholder principali), la ricerca – che ha coinvolto 150 imprenditori di PMI italiane – ha evidenziato che i due fattori chiave per il successo sono la necessità di rimanere in stretto contatto e di essere particolarmente attenti alle esigenze dei clienti.
Secondo il 70% delle PMI italiane, infatti, rimanere in contatto con i propri stakeholder è fondamentale, mentre il 62% degli imprenditori afferma che reagire rapidamente alle richieste dei clienti e comunicare regolarmente sono aspetti critici fondamentali per conquistare una relazione vincente.

Charmaine Eggberry, Vice Presidente e Managing Director, RIM EMEA ha commentato: "I manager delle PMI passano una gran parte del loro tempo fuori sede e il multitasking è spesso una caratteristica chiave della loro attività. Tuttavia, come le grandi imprese, le PMI hanno bisogno di essere in grado di servire i loro clienti e vincere potenziali business, indipendentemente dal fatto di essere in ufficio o meno. Gli smartphone BlackBerry sono uno strumento ideale per le piccole e medie imprese che vogliono rimanere produttive anche in movimento".

Secondo la ricerca, nella fase di lancio della loro attività, gli imprenditori italiani preferiscono avviare un'impresa prendendo un ufficio in affitto oppure acquistando uno spazio lavorativo (71% rispetto al 34% a livello europeo) piuttosto che lavorare da casa (19% rispetto al 59% della media europea). Inoltre, dopo il prestito bancario, per i manager italiani la tecnologia rappresenta il secondo asset di base. In particolare, lo smartphone e’ secondo solo al computer.
Il 77%delle PMI italiane ha ritenuto più costoso avviare un'impresa oggi rispetto a cinque anni fa, e il 70 per cento degli intervistati pensa che sia anche più difficile. Entrambe le risposte hanno fornito percentuali significativamente superiori rispetto alla media europea. Tuttavia, vi è un atteggiamento positivo verso il coinvolgimento della tecnologia nel processo di avvio: il 64% delle PMI italiane concordano sul fatto che oggi la tecnologia abbia reso la creazione di un business più facile e meno costoso.

Una precedente ricerca condotta da Ipsos Reid e Research In Motion, infine, ha mostrato che, grazie agli smartphone BlackBerry, gli utenti possono arrivare a risparmiare fino a 60 minuti al giorno, il che conferma che i manager delle PMI italiane possono ottimizzare al massimo la loro giornata lavorativa, preservando il proprio tempo libero.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum