Secondo una ricerca condotta dall'
American Automobile Association, gli incidenti causati dall'uso del telefonino
alla guida non sarebbero che una percentuale minima, rispetto agli incidenti
causati da altri tipi di distrazioni. È molto
più probabile fare un incidente cambiando canale alla propria radio, mangiando
un panino o cercando di calmare i bambini sul sedile posteriore.

Lo studio, condotto dall' Università
del North Carolina per conto della AAA, è arrivato alla conclusione che
il cellulare sarebbe ad uno degli ultimi posti nelle cause di 5.000 incidenti
stradali avvenuti sulle strade americane dal 1995 al 1999. I ricercatori mettono
però in evidenza che spesso chi fa un incidente non ammette che stava utilizzando
il telefonino per non incappare in una sanzione economica. Quindi questi dati
vanno presi con una certa cautela.

Secondo i risultati della ricerca,
ben il 29 per cento degli incidenti è stato causato dalla distrazione del conducente
per guardare qualcosa al di fuori dell'auto, come ad esempio un altro incidente,
un'altra auto, etc. e solo l' 1.5% degli scontri sarebbe dovuto ai cellulari.
Ovviamente le case produttrici non sono rimaste con le mani in mano ed hanno
subito sventolato la ricerca come la dimostrazione lampante che l'uso del cellulare
alla guida non è affatto pericoloso. Negli
USA in ben 40 stati si sta pensando infatti di inasprire le pene per chi guida
utilizzando il telefonino.

Un coro di critiche alla veridicità
della ricerca si è levato da molte parti. Jane Stutts, autrice dello studio,
conferma la non attendibilità degli automobilisti intervistati sulle cause degli
incidenti ed afferma che l'unico modo per sapere se realmente non stessero facendo
uso di un telefonino, sarebbe quello di controllare i tabulati telefonici, cosa
che non è stata fatta nella ricerca. Stutts continua dicendo che non vorrebbe
che questi risultati spingessero gli automobilisti ad un più assiduo utilizzo
del cellulare in auto, una cosa molto pericolosa per la propria incolumità e
per quella degli altri.

Lo studio dimostra che la categoria
più distratta alla guida sono gli uomini sotto i 20 anni (negli USA si prende
la patente a 16 anni), la cui prima causa di distrazione è la radio, mentre
per la categoria tra i 20 ed i 29, la prima causa sono gli altri passeggeri,
infine per la categoria degli over 30 la prima causa sono distrazioni esterne.
Secondo la National Highway Traffic Safety Administration tra il 25 ed il 50%
degli incidenti è causato dalla distrazione.

I costi sociali per questi incidenti
ammonta a circa 40 miliardi di dollari l'anno. Questo sta spingendo le autorità
ad intervenire energicamente. Ancora nessuno stato ha promulgato leggi che inibiscano
l'utilizzo del cellulare alla guida, sebbene diverse città abbiano attuato delle
ordinanze proprie in materia. Ma questa nuova ricerca cambia le carte in tavola.
Le proteste dei costruttori si sono fatte più forti, mentre alcune autorità
stanno pensando che un divieto assoluto dell'utilizzo del cellulare alla guida
o l'obbligo di indossare l'auricolare, sia una scelta prematura, vista la poca
incidenza degli incidenti causati dal telefonino.