ARM ha appena annunciato le nuove CPU Cortex-X2, A710 e A510 insieme alle nuove GPU Mali. Questi nuovi processori arrivano quando la società cerca di passare all'architettura a 64 bit entro il 2023. Questo segna anche il progresso dell'azienda con il sistema ARMv9, rimuovendo il vetusto ARMv8.

ARM: le specifiche tecniche dei nuovi core

Con la nuova architettura, la compagnia prevede di passare esclusivamente al sistema a 64 bit entro il 2023. Inoltre, l'azienda lavorerà anche con i suoi partner per garantire che il nuovo ecosistema sia pronto a interrompere anche il supporto per le app a 32 bit, cosa che prevede di completato entro la fine di quest'anno.

ARM

Come da note ufficiali, i nuovi modelli di CPU e GPU saranno presenti nei prossimi chipset insieme al nuovo hardware di supporto per raggrupparli tutti insieme al fine di avere diverse configurazioni che verranno utilizzate anche da smartphone, laptop, smartphone e altri prodotti.

ARM

Il Cortex-X2 è la seconda generazione degli ultimi core ARM ad alte prestazioni e promette un aumento della velocità del 16% rispetto a un core X1, anch'esso costruito sullo stesso nodo e funzionante su una frequenza simile. Mentre il nuovo design è stato appena annunciato, i chip che presentano il Cortex-X2 dovrebbero arrivare sul mercato entro il prossimo anno. Inoltre, ARM ha anche ottimizzato le massime prestazioni dell'X2 e ha raddoppiato le sue prestazioni di machine learning, mentre anche le sue prestazioni a thread singolo sono aumentate di circa il 40% rispetto a un Intel i5-1135G7 da 15 W.

Allo stesso modo, la società ha anche svelato nuovi design per i suoi grandi core della serie A. Nonostante questo, la compagnia ha lanciato il nuovo core X e la serie A è stata spostata in una posizione più intermedia. Tuttavia, l'A710 riesce ancora a offrire un miglioramento del 10% rispetto all'A78 (sempre sullo stesso nodo e frequenza) insieme a un'efficienza energetica migliore del 30%.

ARM

Anche se questo sembra poco brillante rispetto al design di fascia alta, ARM spiega che l'A710 abbinato alla GPU Mali-G710 vedrà un aumento del 33% delle prestazioni della CPU e un miglioramento del 20% delle prestazioni della GPU nei carichi di lavoro di gioco.

Questo chipset sarà anche il 15% più efficiente rispetto ai vecchi chipset basati su A78 e G78, il che implica un importante miglioramento generazionale.

Inoltre, la società ha anche svelato un nuovo design per i suoi piccoli core, anche con il Cortex-A510. Arriva con un 35% più veloce rispetto ai vecchi modelli A55 e offre circa il 20% in più di efficienza energetica insieme a prestazioni di apprendimento automatico 3x. Questo lo rende vicino in termini di prestazioni ai vecchi core A di grandi dimensioni, il che è un miglioramento per gli smartphone di fascia media.

Fonte:Gizmochina