Come largamente anticipato nei giorni scorsi, alle 19:00 ora italiana Apple ha reso disponibile al download la nuova versione del sistema operativo mobile iOS 8.1.

L’aggiornamento è compatibile con gli smartphone iPhone 4s, iPhone 5, iPhone 5s, iPhone 5c, iPhone 6 e iPhone 6 Plus, con iPod touch di quinta generazione e con i tablet iPad 2, iPad di terza generazione, iPad di quarta generazione, iPad Air, iPad mini, iPad mini con display Retina, iPad Air 2 e iPad mini 3.

iOS 8.1 potenzia ulteriormente la funzione Continuity, consentendo agli utenti iOS e Mac di lavorare con device sempre più integrati tra loro, lasciando ad esempio aperto un file su un iPhone per proseguire il lavoro sul Mac.

È ora possibile fare e ricevere telefonate attraverso il proprio computer, Mac o pc, così come scrivere e leggere messaggi.

A seguito di frequenti richieste da parte degli utenti, all’interno dell'app Foto è stato nuovamente aggiunto il Rullino, ed è ora possibile vedere le immagini nella risoluzione originale. Nella sezione
Aggiunti di recente” vengono visualizzate tutte le foto e non più solo
quelle scattate nell’ultimo mese.

Con l’update del sistema operativo è inoltre possibile salvare gratuitamente sulla iCloud Photo Library fino a 5GB di video e foto, mentre per avere più spazio a disposizione sarà necessario pagare una cifra supplementare: 0.99 dollari al mese per 20GB e 3.99 dollari al mese per 200GB. In caso di necessità, sono previsti storage fino a 1TB ad un prezzo da definire a seconda dello spazio richiesto.

Ma la novità più importante è l’attivazione del servizio di pagamento Apple Pay, per ora limitata al territorio statunitense. Apple ha recentemente dichiarato di aver stipulato accordi commerciali con più di 500 partner per consentire ai propri utenti di pagare gli acquisti tramite il Touch ID e la tecnologia NFC.

Si tratta della prima volta in cui Apple rilascia un major update iOS x.1 nel corso dello stesso anno in cui il sistema operativo è stato introdotto. Fino ad iOS 7, infatti, per poter scaricare il primo major update era stato necessario attendere le prime settimane dell’anno successivo.

Apple iPhone 6 Plus