Secondo quanto si legge in rete, sembra che Apple sia stata multata dall’AGCM (autorità Garante della Concorrenza e del Mercato). Il motivo non è relativo all’obsolescenza programmata che affliggeva i terminali di Cupertino ma per… pubblicità ingannevole e aggressiva. Sì, avete letto bene. Secondo l’AntiTrust nostrano, da una parte si notano dei messaggi pubblicitari in cui si evidenziava una resistenza all’acqua di una lunga serie di iPhone, dall’altra però, sembra che Apple si fosse rifiutata di riparare i danni causati dall’infiltrazione di acqua o liquidi di varia natura.

Apple: sanzionata per pubblicità ingannevole e aggressiva

In poche parole, i melafonini del brand americano non sarebbero così impermeabili come la società paventa. I modelli incriminati sono contestuali agli iPhone 8/8 Plus, alla gamma del 2018 (XR, XS, XS Max) e alla line-up dello scorso anno. Tutti questi device avevano la capacità di resistere all’acqua fino a circa 4 metri (acqua dolce, of course) per un lasso di tempo non superiore a 30 minuti.

Il Garante ha però sottolineato come i dispositivi godessero di questa feature solo in presenza di alcune condizioni ben specifiche. Un esempio? Durante i test di laboratorio con acqua statica e pura, non sotto la doccia di un consumatore finale.

Considerato che i messaggi pubblicitari erano tutti accompagnati da una dicitura recante la scritta: “La garanzia non copre i danni provocati dai liquidi“, si è ritenuto che la comunicazione offerta da Apple fosse ingannevole. Resistenza all’acqua, certo: ma in che condizioni e in quali scenari?

A ciò si somma l’atteggiamento irrispettoso avuto da Apple nella fase di assistenza post-vendita. Rifiutandosi di riparare gratuitamente i telefoni danneggiati a causa delle infiltrazioni di liquidi, l’AGCM ha multato con 10 milioni di euro la compagnia di Tim Cook. Ora Apple Italia è stata obbligata a pubblicare, all’interno del portale ufficiale, una parte del comunicato AGCM. Inoltre, adesso bisognerà capire come l’azienda risarcirà  gli utenti possessori di un iPhone danneggiato dalla presenza di un liquido. Diverse associazioni di consumatori hanno intenzione di agire molto presto. Come andrà a finire, dunque?

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 11: tutti i prezzi

Fonte:AGCM