Apple sta collaborando con il centro di vaccini del Boston Children’s Hospital per fornire informazioni sui siti per la vaccinazione contro il CoVid-19 più vicini agli Stati Uniti. Le informazioni sulla struttura di vaccinazione più vicina a ciascun utente saranno basate sulla posizione e sono accessibili tramite Apple Maps presente sui vari dispositivi (iPhone/iPad).

Apple Maps: la risposta dell’azienda per la lotta alla pandemia

Questa nuova funzionalità è ovviamente una risposta all’attuale scenario di vaccinazioni estensive contro il temuto COVID-19 in tutto il mondo. Gli Stati Uniti sono stati pesantemente colpiti dalla pandemia e ora stanno gradualmente compiendo grandi progressi per arginare la marea di nuove infezioni attraverso massicci programmi di vaccinazione in migliaia di strutture sparse in tutto il Paese.

La partnership iniziale tra Apple e VaccineFinder riguarda circa 20.000 strutture di vaccinazione, con i loro dati completi sulla posizione e molte altre informazioni rilevanti fornite  in Apple Maps. Nella barra di ricerca dell’app, bisognerà digitare la query di ricerca: vaccini COVID-19, eseguita nel menu “Trova nelle vicinanze“: il software, a questo punto, fornirà i centri più vicini in cui gli utenti potranno essere facilmente vaccinati. La stessa operazione sarà eseguita anche utilizzando l’assistente intelligente Siri di Apple.

Il servizio VaccineFinder raccoglie informazioni in tempo reale sulla disponibilità di vaccini in una varietà di strutture, inclusi ospedali, farmacie e altri centri negli Stati Uniti. Inoltre, le strutture potranno inviare direttamente informazioni rilevanti su vari aspetti della pandemia, che diventeranno visibili su Apple Maps. Al culmine della pandemia dello scorso anno, Apple ha iniziato a fornire informazioni sui centri di test per il Covid-19 in numerosi paesi in Europa e Asia, nonché in Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

Non è noto quali siano i piani in corso per aumentare la partnership con VaccineFinder per coprire molti altri paesi al di fuori degli Stati Uniti. Non sappiamo se e quando arriverà anche in Europa, ma non dovrebbe tardare.

Apple ha continuato a dare il suo contributo nella lotta contro la pandemia COVID-19 su diversi fronti. Ha prodotto brevi podcast di notizie su COVID-19 (Siri Audio Briefs). E recentemente, una serie di studi condotti utilizzando gli smartwatch Apple, i quali hanno dimostrato che questi dispositivi indossabili intelligenti potrebbero prevedere l’insorgenza della malattia fino a 10 giorni prima che i sintomi siano visibili.

Fonte:Gizmochina