Secondo le ultime indiscrezioni appena emerse in rete, sembra che la fantomatica Apple Car potrebbe essere dotata di fari ad infrarossi capaci di fornire una migliore visibilità alla guida. A ribadire questo, un recente report trapelato nelle scorse ore.

Apple Car: ci saranno i sensori ad infrarossi?

La prima auto intelligente elettrica di Apple è apparsa di recente su numerosi rapporti e indiscrezioni online. Questa dovrebbe essere una macchina a corrente innovativa, in grado di rivoluzionare l’intero settore dell’automotive.  Ora, un nuovo brevetto ha suggerito che il veicolo elettrico potrebbe arrivare con fari a infrarossi per migliorare la visibilità.

Secondo un rapporto di AutoEvolution, il gigante di Cupertino sta lavorando su dei fari ad infrarossi capaci di offrire una migliore visibilità al guidatore fino a tre volte più rispetto ai classici convenzionali. Inoltre, il marchio mira anche a dotare di una visibilità perfetta l’automobile a guida autonoma, così che questa possa vedere perfettamente anche nell’oscurità più totale. Per estensione, potrebbe essere anche più§ precisa nel rilevamento degli ostacoli, dei pericoli e di altri elementi disturbanti sulla strada. Nel recente brevetto, l’azienda descrive ciò come un complesso sistema di visione notturna che verrebbe utilizzato nella sua automobile.

Il suo sistema di visibilità utilizzerebbe anche sensori di luce visibile, infrarosso vicino (NIR) e infrarossi a onde lunghe (LWIR), capaci di migliorare notevolmente la visibilità in scenari di scarsa illuminazione. Il brevetto afferma che “Avere una portata effettiva limitata (ad esempio, circa 60 metri) per il rilevamento e / o la classificazione degli oggetti può ridurre la sicurezza e / o ridurre la velocità alla quale il veicolo può viaggiare in sicurezza“. In particolare, il colosso di Cupertino afferma di poter raggiungere un raggio visibile effettivo fino a 200 metri dal veicolo.

Questa feature consentirebbe all’auto autonoma di rilevare prima qualsiasi potenziale pericolo, il che le darebbe più tempo per prendere decisioni migliori riducendo allo stesso tempo il rischio di incidenti. Tenete presente che questo è ancora un brevetto e non abbiamo modo di confermare se la società stia effettivamente lavorando su un sistema del genere o se sarà incluso nella sua imminente Apple Car. Vi consigliamo di prendere il tutto con “un pizzico di sale“.

Fonte:AutoEvolution