I telefoni Android perdono il loro valore più velocemente degli iPhone: ecco tutti i dettagli.

Android perde valore

Il recentissimo “Rapporto sull’ammortamento del valore del telefono cellulare” di Bankmycell ha evidenziato interessanti differenze nel confronto tra telefoni Android e Apple.
Innanzitutto, è emerso che in 24 mesi i dispositivi di punta con il sistema operativo di Google perdono più del doppio del loro valore, rispetto ai telefoni dell’azienda di Cupertino.

Tuttavia, pare che dopo quattro anni, il divario si accorcia un po’, con gli iPhone che perdono in media il -66,43% del loro valore di riacquisto iniziale, rispetto agli Android che perdono in media -81,11%.

Come dimostra il costante calo nel grafico, i consumatori che optano per gli iPhone avranno un ritorno di valore ragionevolmente migliore se vendono il loro dispositivo entro i primi due anni, mentre il range 12-24 mesi rappresenta per questi device il punto debole. I proprietari dei dispositivi top di gamma di Android subiscono invece un colpo molto più considerevole, mentre i consumatori con dispositivi Android economici vanno ancora peggio.

Tuttavia, non va tutto a meraviglia per Apple, dato che il cigno nero del colosso Cupertino è l’iPhone SE 2020, il cui valore precipita in 8 mesi (stando alle quotazioni statunitensi)

iPhone SE 2020 (64 GB) venduto al dettaglio per 399$, aveva un prezzo di riacquisto iniziale “usato” di 290 e ha chiuso l’anno con 175$ ( -39,66% )

iPhone SE 2020 (128 GB) venduto al dettaglio per 449$, aveva un prezzo iniziale di riacquisto “usato” di 350$ e ha chiuso l’anno a 220$ ( -37,14% )

iPhone SE 2020 (256 GB) venduto al dettaglio per 549$, aveva un prezzo di riacquisto iniziale “usato” di 380$ e ha chiuso l’anno a 235$ ( -37,14% )

Infine, di seguito vi mostriamo il grafico dei marchi che nel 2020 si sono maggiormente deprezzati: come potete notare, HTC vince a mani basse.

Fonte:bankmycell