Da ieri in teoria, ma in pratica solo da oggi 4 settembre secondo il nostro fuso, è possibile scaricare la prima release stabile di Android 10 sui primi smartphone compatibili. Via libera quindi all’update su Pixel, Pixel XL (ed edizioni successive) e su Pixel 3a e 3a XL: come da tradizione, l’aggiornamento parte dai device del colosso di Mountain View. Ecco le dieci novità più interessanti della nuova edizione dell’OS del robottino verde.

Android 10: dieci novità chiave

Google ha deciso di dividere le dieci novità principali del suo nuovo OS per smartphone in tre macro categorie, che aiutano anche a capire la direzione che Big G ha deciso di prendere con Android 10.

Un sistema più veloce e intelligente

Fra le feature racchiuse in questa categoria c’è l’attesissimo tema dark nativo:

  • Smart Reply più intelligenti: adesso, la funzione di risposta rapida è anche in grado di suggerire un’attività da compiere con un determinato messaggio. Per esempio, se all’interno del testo c’è un link che rimanda a YouTube, è possibile aprirlo direttamente, senza copiare il link;
  • tema dark: i benefici dell’utilizzo del tema dark sono immediatamente chiari a tutti e si traducono nell’evitare l’affaticamento della vista e nel risparmio di autonomia energetica nel caso di smartphone con schermi OLED;
  • nuove gesture pensante per sfruttare al massimo i nuovi display con bordi risicati;
  • Live Caption: si tratta di una novità che arriverà più avanti, ma che essenzialmente consente di creare automaticamente sottotitoli a partire da video o anche registrazioni audio e podcast. Il rollout partirà dagli smartphone Pixel.

Sicurezza e privacy sotto controllo

Android 10, come vi avevamo anticipato, strizza l’occhio alla sicurezza e permette di aumentare il proprio livello di privacy. Ecco i nuovi strumenti:

  • ora è possibile garantire alle app l’accesso alla posizione GPS solo quando queste sono uso e non in modo incontrollato;
  • all’interno delle impostazioni di sicurezza è possibile monitorare l’attività di pagine Web e app così come la gestione degli annunci pubblicitari;
  • gli aggiornamenti di sicurezza arriveranno direttamente dal Google Play Store, esattamente come gli update per le app, rendendo di fatto più semplice l’intero processo di rilascio degli stessi.

Miglioramento del rapporto con lo smartphone

Con Android 9, e il Digital Wellbeing, Google ha già iniziato a promuovere il miglioramento del proprio rapporto con lo smartphone, favorendo la consapevolezza che intorno a noi c’è la vita reale, che aspetta solo di essere vissuta. Con Android 10, Big G si spinge ancora oltre:

  • L’app Family Link, che permette di tenere sotto controllo l’uso che i più piccoli fanno dello smartphone, è inclusa adesso su ogni device con a bordo Android Pie o Android 10;
  • la nuova Focus Mode consente di scegliere quali applicazioni silenziare in determinati momenti al fine di evitare distrazioni (per il momento, la Focus Mode è disponibile solo in beta);
  • maggiore controllo in generale di quando e come le applicazioni possono inviare notifiche (sonore o a schermo).

Come aggiornare

Se siete possessori di uno smartphone Pixel (di qualsiasi modello) potete già procedere all’aggiornamento OTA. Basta aprire le impostazioni del device e recarsi nella sezione dedicata agli update. Vi consigliamo di farlo solo quando avete a disposizione una rete WiFi (l’aggiornamento pesa più di 1GB) e con una buona quantità di autonomia energetica residua sullo smartphone.

Le migliori offerte di oggi per Google Pixel 3a XL: tutti i prezzi

Fonte:Google Blog