Al momento del suo lancio, AppleTV+ è sempre stato elogiato per la grande qualità di streaming dei suoi programmi e show originali. Tuttavia, adesso, sembra che tale caratteristica sia destinata a cambiare in Europa (e verosimilmente anche negli altri mercati) a breve.

AppleTV+ e il drastico taglio della qualità video

I funzionari europei hanno invitato le aziende produttrici di servizi di streaming video on-demand, a ridurre la quantità di larghezza di banda utilizzata dai propri server, per evitare il sovraccarico delle reti Internet.

Per via dell’attuale emergenza sanitaria in corso, le persone sono state invitate e costrette a rimanere a casa per salvaguardare la salute di tutti, ed evitare il proliferare del contagio fra i cittadini di tutto il mondo. Stando isolate le persone tendono a guarda più TV e video sui siti di riferimento per passare il tempo. Così come Netflix, Prime Video e YouTube hanno deciso di ridurre la qualità dei propri contenuti, anche il servizio di Apple ha modificato la visualizzazione dei contenuti in HDR 4K e in FullHD. Chi vorrà godere degli show e programmi prodotti dall’azienda di Cupertino, dovrà quindi accontentarsi di vederli con una risoluzione vagamente più bassa, con tutti i limiti e problematiche del caso.

Un sacrificio accettabile? Siamo in piena pandemia, non ci sono dubbi che sia una misura utile, necessaria, doverosa e meritevole.