Apple ha recentemente rilasciato il tracker AirTag che ha un prezzo unitario di 35 euro. Questo dispositivo supporta la tecnologia radio a banda ultra larga UWB e può emettere suoni per permettere la localizzazione degli oggetti ad esso correlati.

AirTag fuori dal mercato in Australia: perché?

Dal primo teardown mostra che è abbastanza facile rimuovere la piastra posteriore in metallo del cracker GPS Bluetooth. Una semplice pressione e rotazione e si presenta la batteria del dispositivo.

L'AirTag di Apple sta ora affrontando problemi di sicurezza dei bambini solo una settimana dopo essere arrivato sul mercato. Il problema principale è relativo alle batterie sostituibili.

L'AirTag ha una batteria a bottone CR2032 sostituibile standard e l'azienda afferma che può fornire un intero anno di supporto per la durata della batteria. Tuttavia, la relativa facilità con cui gli utenti possono rimuovere la batteria a bottone è un problema per i bambini.

Secondo i rapporti, questa preoccupazione è sufficiente per il principale rivenditore al dettaglio australiano, Officeworks, per rimuovere temporaneamente l'AirTag dai suoi scaffali.

Gli utenti di Reddit affermano che un rappresentante di Officeworks ha confermato che ciò è dovuto alla sicurezza dei bambini.

Inoltre, Apple ha confermato in una dichiarazione a Gizmodo che il processo di sostituzione della batteria di AirTag è stato il motivo per cui la catena di elettronica australiana ha eliminato i cracker dai suoi scaffali.

Un rappresentante Apple in una e-mail a Gizmodo Australia:

AirTag è progettato per rispettare gli standard internazionali di sicurezza dei bambini, inclusi gli standard australiani, e richiede un meccanismo di inoltro in due fasi per accedere alle batterie sostituibili dall'utente.

Stiamo prestando molta attenzione a queste normative e stiamo lavorando duramente per garantire che i nostri prodotti soddisfino o superino i nuovi standard, inclusi gli standard di imballaggio ed etichettatura, ben prima del tempo richiesto.

AirTag

Officeworks ha dichiarato che AirTag non sarà disponibile fino a quando la “Australian Competition and Consumer Commission non fornirà ulteriori indicazioni“. Questa è l'agenzia che sta attualmente indagando sulle accuse di Apple di condotta anticoncorrenziale sul mercato.

Le normative australiane richiedono che qualsiasi prodotto di consumo con un vano batteria accessibile ai consumatori, indipendentemente dal fatto che intenda sostituire la batteria, deve “essere progettato in modo da garantire che il vano non possa essere aperto dai bambini piccoli“. Le normative stabiliscono inoltre che la batteria deve avere “viti o simili elementi di fissaggio per il fissaggio della porta”.

Secondo le normative, l'AirTag non ha alcuna vite visibile. Tuttavia, per entrare nel vano batteria, l'utente deve prima premere e ruotare il pannello posteriore. Pertanto, sebbene vi siano chiare preoccupazioni, è improbabile che AirTag violi le disposizioni normative dirette.

Fonte:Gizchina