Sono stati circa 100 milioni, secondo le stime di Telefono Blu, gli SMS inviati fra il 30 dicembre e la notte di San Silvestro, il 60 per cento dei quali si sono concentrati fra le 23,30 alle 24,30. Un numero così alto di messaggi ha provocato in alcuni casi disservizi alle infrastrutture dei gestori, che si sono purtroppo dimostrate ancora non pronte a fronteggiare al meglio i massicci incrementi del traffico dovuti alle festività, complici anche le tradizionali promozioni natalizie che hanno offerto, con modalità diverse da gestore a gestore, facilitazioni e sconti per l’invio di SMS ed MMS.

Nell’ultimo giorno dell’anno che si è appena concluso gli MMS inviati hanno toccato quota 3 milioni, a dimostrazione del fatto che si tratta di uno strumento di comunicazione utilizzato ancora da una ristretta parte degli utenti. Le tradizionali telefonate, invece, sono state circa 60 milioni.