Gli smartphone pieghevoli insieme al nuovo sistema di trasmissione 5G sono pronti a trasformare il mercato mobile dei prossimi anni. Oltre a Motorola, Samsung e Huawei, anche altre aziende hanno annunciato che hanno in cantiere i loro smartphone pieghevoli. Anche Google ci sta mettendo del suo, si è impegnato infatti a fornire supporto Android per i nuovi design pieghevoli.

Viste le premesse, in futuro vedremo molti nuovi smartphone pieghevoli, ma vediamo quelli che al momento propone il mercato partendo proprio dal Motorola Razr.

Motorola Razr

Motorola Razr
A novembre, Motorola ha lanciato il suo iconico smartphone pieghevole Razr e, nonostante molte anticipazioni e rumors, il dispositivo non ha sicuramente deluso. Sfoggiando un nuovo schermo flessibile pur mantenendo il suo profilo sottile, il dispositivo rappresenta in un corpo compatto il foldable più intrigante del momento, una svolta radicale per i telefoni pieghevoli con grande schermo visti finora come Galaxy Fold e Huawei Mate X .

Come accennato il Motorola Razr è il primo smartphone pieghevole di Motorola, il design e l’apertura a conchiglia ricordano molto lo storico Startac che segnò indubbiamente un’epoca in ambito della telefonia divenendo un vero e proprio status symbol degli anni 2000.

Dunque, Motorola, dopo diversi anni di oblio, ci riprova e lo fa alla grande con questo smartphone pieghevole, che a conchiglia aperta espone un display OLED da 6,2 pollici. Il comparto fotografico dispone di una camera da 16 Mpx con un'apertura focale f/1.7, con cui è possibile registrare filmati in 4k.

La batteria integrata nel Motorola Razr è un accumulatore agli ioni di litio da 2510 mAh che garantisce un’intera giornata di utilizzo, grazie all'ottimizzazione ottenuta utilizzando un processore Qualcomm Snapdragon 710, un octa-core con 2.1GHz di clock supportato da 6 GB di memoria RAM e 128 Gigabyte di storage interno. Questo smartphone pieghevole ha un prezzo di 1.520 €

Samsung Galaxy Fold

Samsung Galaxy Fold

Dopo un inizio con qualche problema, il Samsung Galaxy Fold è stato “ri-presentato” a settembre e messo in commercio a fine 2019 al prezzo di 2.050 €, presenta un display secondario da 4.6 pollici che funge da “cover”, ma aprendolo a libro diventa un tablet da 7,3 pollici. Il Galaxy Fold è supportato da sei fotocamere, sul retro ha la stessa configurazione a tripla camera del Galaxy S10 e sul davanti una singola da 10 megapixel. Aperto a libro presenta altre due fotocamere aggiuntive: una per i selfie e una da 8 megapixel di profondità.

Grazie ad una batteria da 4380 mAh Dual-cell (cioè divisa tra le due metà), ad un buon processore ed una buona ottimizzazione energetica software, l’autonomia del Galaxy Fold va ben oltre l’intera giornata di utilizzo. La presenza di una RAM da 12 GB permette di gestire più processi contemporaneamente senza problemi. Il Galaxy Fold pesa 276 grammi e da chiuso ha uno spessore di 12.1 millimetri.

Huawei Mate x

Huawei Mate x

Quasi un anno dopo la sua prima presentazione, Huawei Mate X è ora in vendita dopo numerosi ritardi causati da una serie di problemi politici che tutti conosciamo.

L’apertura a libro simile al Galaxy Fold presenta uno schermo OLED da 8 pollici che si ripiega all'indietro e avvolge sia la parte anteriore che quella posteriore del dispositivo. Il Samsung invece si piega solo in avanti verso l'utente (a libro). Una volta aperto si presenta come un vero e proprio tablet da 8 pollici con una risoluzione da 2200×2480 pixel, molto elevata per gli attuali standard.

Il Mate X rispetto al Fold è più sottile (11 mm da chiuso), monta un processore Kirin 980 ed è già pronto per il 5G. Il sistema di fotocamere è lo stesso del P30 Pro, una fotocamera da ben 40 MP che permette di scattare foto di alta qualità con una risoluzione di 7152×5368 pixel e di registrare video in 4K alla risoluzione di 3840×2160 pixel. La batteria da 4.500 mAh è sufficiente per alimentare lo smartphone per un'intera giornata con un normale utilizzo. Il peso di 295 grammi non è rientra tra le sue migliori doti.

Huawei Mate x è in vendita al prezzo di 2.299 €

Samsung Galaxy Z Flip

Galaxy z flip

Il Galaxy Z Flip è il secondo smartphone pieghevole di Samsung, ma a differenza del Fold anziché a libro presenta un’apertura a conchiglia, sulla falsa riga del Motorola Razr. I due schermi interagiscono tra loro grazie alla modalità Flex, che permette di dividere il lungo schermo in due display indipendenti da 4 pollici.

Da chiuso ha dimensioni piuttosto contenute e presenta sul frontale una fotocamera doppia da 12MP

Da aperto troviamo uno schermo Infinity Flex Display, con tecnologia AMOLED da 6,7 pollici complessivo e una fotocamera per i selfie da 10MP.

Samsung Galaxy Z Flip monta un processore Snapdragon 855+, una RAM da 8GB di e una memoria interna da 256 GB. È integrato da una batteria da 3300 mAh, che rispetto agli altri pieghevoli è un po’ limitata, ma riesce a coprire bene un’intera giornata senza troppi problemi.

Galaxy Z Flip sarà in vendita in Italia dal 14 febbraio 2020 al prezzo di 1.520 €

Finora abbiamo parlato di prodotti già presenti o prossimi all'uscita sul mercato, ma anche aziende del calibro di Xiaomi e Oppo stanno lavorando ai loro smartphone pieghevoli, vedremo dunque cosa ci riserva il 2020 in tema di telefonia mobile.