In questa guida vediamo quali sono i cosiddetti “must buy” all’interno del catalogo di PlayStation 4, tutti giocabili sulla nuova console.

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima: nel gioco prenderai il controllo di Jin Sakai, uno degli ultimi samurai sopravvissuti alle razzie del popolo mongolo. Il giovane rampollo è pronto a fare qualunque cosa per ridare dignità e libertà al proprio popolo, in un contesto storico dove un popolo inerme subisce violenze, razzie, viene torturato e messo in ginocchio dalla sete di conquista dei nemici. Il tutto arricchito da paesaggi tanto belli che sapranno facilmente toglierti il fiato.

Death Stranding

Death Stranding: nei panni di Sam Porter Bridges, interpretato dall’attore Norman Reedus, e interagendo con gli altri giocatori in un multiplayer asincrono in cui non ci si incontra mai, i player devono ricostruire il mondo e aiutarsi l’un l’altro per riunire gli esseri umani, che possono sperare di vedere sorgere l’alba di un nuovo giorno solo restando uniti. La trama, come da tradizione per il game director giapponese, è piuttosto complessa e derivativa, e vede la partecipazione di attori famosi come il già citato Reedus, Mad Mikkelsen, Lindsay Wagner, Lea Seydoux e Margaret Qualley.

Marvel’s Spider-Man

Marvel’s Spider-Man sviluppato da Insomniac Games, è l’avventura open world definitiva per i fan della casa delle idee. Il titolo ci metterà nei panni di un Peter Parker già esperto che, dopo aver combattuto il crimine per ben otto anni, è in grado di eseguire mosse spettacolari, acrobazie estreme e muoversi con agilità in un mondo aperto che pullula di cose da fare, tra missioni principali e secondarie. Non mancano neppure tre riusciti DLC, per altrettanti tre capitoli inediti della storia che comprendono sfide e missioni aggiuntive.

The Last of Us Part II

The Last of Us Part II è il sequel che porta a compimento l’epopea emozionale di Joel ed Ellie, per quello che è a conti fatti un viaggio lungo ed emozionante, capace di segnare per sempre anche i videogiocatori più smaliziati.

God of War

God of War, un titolo capace di rivoluzionare tutti i dogmi di una saga leggendaria e di metterli in discussione, incarnandosi in un action adventure dal retrogusto di open world, arricchito pure da alcuni elementi cari alle esperienze di ruolo.
Con una narrazione di più ampio respiro a conferire un carattere più profondo ai personaggi, questo episodio schiera in campo anche il figlio del Fantasma di Sparta: il giovane Atreus è un volto chiave nella storia, e aiuta il padre anche nelle sessioni di combattimento e di risoluzione degli enigmi.

Days Gone

Days Gone , opera più ambiziosa ed importante di Bend Studios riesce a sedurre grazie ad un amalgama convincente e decisamente divertente. Protagonista di questa avventura a mondo aperto è l’ex centauro Deacon St. John, sì scapestrato e ai limiti della legalità, ma pure determinato a non arrendersi mai e a non soccombere all’apocalisse. L’universo di gioco in cui affrontare orde di “mangiacervelli” e gruppi di umani ostili come nel più classico degli episodi di The Walking Dead è vivo, denso e credibile, ricco di missioni, storie e cura nei dettagli, per un Oregon che sa ergersi a vero e proprio protagonista di questa produzione PS4 ingiustamente troppo sottovalutata dalla massa.