Annunciato pochi giorni fa per il mercato cinese, arriva anche in versione global il nuovo RedMagic 7, smartphone dedicato al mondo del gaming e proposto dal brand di Nubia, azienda a sua volta legata al famoso gruppo cinese Suning – proprietario, fra le altre cose, della squadra dell’Inter. Con un focus sui videogames non possiamo che aspettarci prestazioni di altissimo livello, adatte anche a chi non fa del gioco la sua attività primaria ma che cerca comunque fluidità e velocità superiori. Vediamo come ci siamo trovati usandolo per qualche settimana.

Design

La confezione di vendita comprende, oltre allo smartphone con pellicola di protezione pre-applicata, un caricabatteria PD/PPS da 65W al nitruro di gallio (GaN), un cavo USB-C, una cover in silicone fumé e lo strumento per l’estrazione della SIM.

La struttura dello smartphone è in metallo, con parte posteriore in vetro; il touch and feel è molto gradevole e dà un’idea di robustezza superiore alla media. E molto belli i colori scelti da RedMagic: si va dal più classico nero Ossidiana, al blu gradiente Pulsar, e ad una versione speciale trasparente Supernova. Le dimensioni sono di 170,6×78,3×9,5mm ed il peso di 215 grammi.

Sulla parte frontale abbiamo l’ampio display con un sottile bordo per contenere la fotocamera, con supporto al face-unlock, e i sensori, così da non presentare notch o fori; subito sopra la capsula auricolare, che funziona da altoparlante stereo durante la riproduzione di file multimediali. Il display AMOLED da 6,8” ha risoluzione FHD+, rapporto 20:9, luminosità di 700nits ma soprattutto un elevatissimo refresh a 165Hz ed un touch rate a 720Hz, valori decisamente elevati per uno smartphone. Presenti poi una serie di caratteristiche e certificazioni, come l’anti-sfarfallamento a bassa luminosità e la doppia certificazione per bassa latenza e attenzione alla vista.

Accanto al display abbiamo anche un sistema di miglioramento dell’immagine che RedMagic ha chiamato Magic GPU, con il compito di elaborare le immagini andando ad ottimizzare la resa e producendo un risultato con frame rate più stabile, senza impattare in alcun modo sul consumo energetico.

Sul retro troviamo il modulo per la tripla fotocamera e il flash, senza sporgenze rispetto al profilo dello smartphone, ed una griglia d’ingresso per l’aria (parleremo del sistema di raffreddamento più avanti). Sempre sul retro poi sono presenti il logo RedMagic e delle linee che vanno lungo tutta la superficie del device, che possono illuminarsi durante il gioco, durante la riproduzione di file multimediali o all’arrivo di chiamate e notifiche.

Ai lati invece abbiamo: in alto il jack da 3,5mm e un microfono per la cancellazione dei rumori; a destra il tasto di accensione, un secondo microfono, la griglia di uscita per l’aria e due trigger laterali per giocare; a sinistra il bilanciere del volume, una seconda griglia d’ingresso per l’aria e lo slider per attivare la modalità gioco; in basso la porta USB-C, la griglia altoparlante, il microfono principale e lo slot per le due nano SIM.

Per quanto riguarda display e costruzione possiamo solo avere giudizi positivi: bello esteticamente, anche nella versione Ossidiana che abbiamo avuto in prova, la più classica; ottimo il display, che oltre al gioco ci ha permesso di vedere film in streaming in buona qualità, e con un’esperienza coinvolgente grazie ai doppi altoparlanti stereo.

Caratteristiche

Il motore del nuovo RedMagic 7 è il più recente chipset flagship di Qualcomm: lo Snapdragon 8 Gen 1 è indubbiamente il processore più performante del momento, con i suoi 8-core fino a 3GHz, l’architettura a 4nm e la GPU Adreno 730. I tagli di memoria arrivano fino a ben 18GB di RAM LPDDR5 – più 6GB di RAM virtuale aggiuntiva – e 256GB di memoria di archiviazione UFS 3.1. Con un processore come lo Snapdragon 8 Gen 1 non potevamo non aspettarci prestazioni eccezionali, ed infatti non siamo rimasti delusi. Il sistema è sempre fluido e anche con i giochi più pesanti non abbiamo riscontrato alcun rallentamento né lag.

Uno dei problemi che spesso si riscontrano quando si gioca molto con lo smartphone è quello delle temperature, e proprio per questo RedMagic, già in passato molto attenta alla questione, ha ulteriormente migliorato il suo sistema di raffreddamento. Chiamato ICE 8.0, il sistema di raffreddamento multidimensionale di RedMagic combina un sistema di ben 9 strati di materiale ad alta conducibilità termica, come il grafene e una lega di alluminio aeronautico, oltre ad una camera di vapore e ad un rivestimento in rame, con un sistema di aerazione con ventola tipico dei PC. La ventola posizionata all’interno dello smartphone fa infatti circolare l’aria, che entra dalle due griglie di sinistra e della parte posteriore, andando poi ad essere espulsa dal lato destro, e raggiugne i 20.000 giri al minuto. Particolarità della versione Supernova poi è la ventola RGB, che aggiunge una illuminazione grazie alla scocca trasparente.

Già di suo questo sistema di raffreddamento appare molto efficiente e riesce a tenere sotto controllo le temperature del RedMagic 7, ma qualora si volesse una riduzione ancor più accentuata delle temperature è possibile acquistare degli accessori opzionali che vanno ad incrementare il circolo dell’aria e la superficie di dissipazione del calore.

Parlando di connettività abbiamo il supporto a tutte le reti mobili a partire dal più recente 5G, all’ancora predominante 4G LTE e alle generazioni precedenti. Troviamo poi il WiFi 6E dual-band, Bluetooth 5.2 con supporto ai protocolli aptX HD per l’audio ad alta definizione, NFC con supporto ai pagamenti contactless, GPS con A-GPS, Glonass, Galileo e BDS. Non manca poi il pacchetto completo dei sensori: luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio, magnetometro. Il sensore d’impronta è di tipo ottico e posizionato sotto al display, ed è in grado anche di misurare la frequenza cardiaca trattenendo il dito sul sensore per qualche secondo.

Notiamo anche che la porta USB-C è una 3.1 con uscita video abilitata: collegando attraverso un adattatore un cavo HDMI possiamo quindi visualizzare il mirroring del display su un TV o un monitor, così da poter giocare su uno schermo di dimensioni maggiori usando lo smartphone come controller; ma non solo gioco, dal momento che possiamo proiettare anche film, foto o documenti di lavoro.

Per quanto riguarda la batteria dual-cell da 4500mAh abbiamo avuto un’autonomia più che soddisfacente, ma sappiamo che chi fa un uso intenso dello smartphone per giocare sarà abituato anche a scaricarla più rapidamente. Per fortuna RedMagic ha integrato la ricarica rapida PD 3.0 da 65W, che riesce a ricaricare completamente lo smartphone in poco più di 30 minuti e ci consente di continuare a giocare anche durante la ricarica.

Sebbene non sia l’aspetto principale del RedMagic 7, il modulo fotografico è comunque di tutto rispetto. Il sensore principale è un Samsung GW3 da 64MP con dimensione 1/1,97″, pixel da 0,7µm e pixel binning 4-in-1, apertura f/1.8, zoom digitale 10x e autofocus PDAF, in grado di registrare video con stabilizzazione elettronica fino a 8K@30fps o 4K@60fps; a questo si aggiungono un sensore ultra-grandangolare da 8MP con apertura f/2.0 ed un obiettivo macro da 2MP.

Dobbiamo riconoscere che la resa fotografica ci ha stupito in positivo: inizialmente non ci aspettavamo grandi cose da uno smartphone pensato per il mondo gaming, ma dobbiamo dire che le foto non sono niente male, soprattutto in condizioni di buona luminosità. In lowlight invece la qualità decresce, ma l’unico problema che abbiamo trovato sta nella saturazione un po’ eccessiva della modalità notturna. Un porting della Google Camera nelle stesse condizioni di scatto riesce a darci risultati veramente buoni. Interessanti poi le modalità di scatto, veramente tante, che ci consentono una maggiore creatività con molti effetti, scatti in 3D e sostituzione del cielo con diverse scene preimpostate, alcune in grado di darci risultati veramente suggestivi.

Anche la selfie-cam da 8MP riesce a scattare immagini di buona qualità e video fino a 1080p@30fps.

Il sistema operativo è Android 12, con una interfaccia grafica gradevole e molto stock, arricchita da una serie di gesture e da alcuni widget, come quelli per regolare la frequenza di refresh del display e la ventola di raffreddamento, oltre al widget per il battito cardiaco e per visualizzare quanto tempo si è passato a giocare. Abbiamo poi l’always-on display, anch’esso personalizzabile con animazioni sul tema videogiochi come per gli sfondi, e con possibilità di mostrare le notifiche oltre all’ora e alle condizioni meteo.

Gaming

E arriviamo quindi a parlare di quello che è il focus del RedMagic 7, ovvero il gaming. Abbiamo già parlato delle prestazioni elevate, garantite dal chipset Qualcomm e dalle memorie ad alta velocità incluse, come anche dell’ottimo sistema di raffreddamento.

Quando è il momento di giocare possiamo attivare lo Spazio Gioco semplicemente muovendo l’apposito slider situato sulla parte sinistra dello smartphone, e in questa modalità avremo sempre le prestazioni al massimo livello oltre che una serie di funzionalità attive per non distrarci dalla nostra sessione di gioco, come ad esempio il blocco delle notifiche, o per semplificarci le varie attività come una funzione per prendere note veloci o impostare dei reminder.

Quando siamo in Spazio Gioco possiamo usare anche i trigger laterali, che con una frequenza di 500Hz risultano molto responsivi e ci permettono di avere un’esperienza di gioco molto simile a quella di una console. I due trigger sono posizionati per un uso ottimale dello smartphone in modalità gioco, e hanno avuto un trattamento per non essere disturbati dall’eventuale sudore sulle dita.

I trigger laterali sono personalizzabili e ottimizzati per molti giochi, fra cui Fortnite, Asphalt 9 e League of Legends. Ma non solo, infatti in molti giochi come Call of Duty è possibile sfruttare al meglio la vibrazione 4D per un’esperienza aptica superiore.

Sempre in Spazio Gioco è poi possibile avviare la registrazione dello schermo in modo semplice e veloce, così da poter poi condividere le proprie partite con gli amici o sui social.

Prezzo

RedMagic 7 sarà disponibile all’acquisto a partire dal prossimo 10 marzo 2022 sul sito del produttore e su Amazon, al prezzo consigliato di:

  • €629 per la versione nero Ossidiana con 12+128GB di memoria;
  • €729 per la versione blu Pulsar con 16+256GB di memoria;
  • €799 per la versione Supernova con 18+256GB di memoria.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Dati tecnici

Tipo di sim card supportata 2 nano-SIM
Supporta On the GO per le periferiche USB
Tipologia dual sim dual stand-by
Supporta e-sim
Supporta dual sim
Capacità (mAh) 4500
Tipo di batteria LiPo
Ricarica rapida
Ricarica wireless
RAM 12 GB
Memoria interna 256 GB
Memoria esterna
GPS
Sistemi GPS supportati Glonass,Galileo,Beidou,A-GPS
Clock 3 GHz
Chipset Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 (8 core)
Reti supportate EDGE,UMTS,HSDPA,HSUPA,GPRS,LTE,5G
Nome GPU Adreno 730
Pixel per Inch (ppi) 387
Luminosità in NITS (candele/mq) 700 NITS
Rapporto d'aspetto 20:9
Protezione Gorilla glass 5
Schermo pieghevole
Tipo di pannello AMOLED
Diagonale 6,8"
Risoluzione 2400x1080
Sistema Operativo Android (12)
NFC
HDMI
Infrarossi
Funzioni Bluetooth A2DP/LE/EDR/aptX HD
WiFi WiFi 6E
USB Type-C v3.0
Bluetooth v5.2

Foto e video

Numero sensori 1
Risoluzione massima
1 8Mpx
Frame rate (fps) 30
Apertura focale 2.0,,,,
Massima risoluzione video 1080p
* specifiche per sensore
Numero sensori 3
Raw
Flash Dual Tone
Grandangolo
2 1
Risoluzione massima
1 64Mpx 2 8Mpx 3 2Mpx
Frame rate (fps) 30
Messa a fuoco PDAF
Apertura focale (f)
1 1.8 2 2.0 3 2.4
Massima risoluzione video 4320p
* specifiche per sensore

Multimedia

DTS
aptX - presenza della tecnologia qualcomm per il BT wireless low latency
Dolby Atmos
Hi-Res Audio
Audio Stereo
Low Latency Audio
DAC Audio dedicato

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Sensore impronta sotto il display
Riconoscimento iride
Bussola
Barometro
Giroscopio
Accelerometro
Prossimità/Luminosità