Introduzione

Onda Communication porta sui nostri banchi di prova in questo inizio di luglio il nuovo Andy Smart, uno smartphone che mette insieme Android, l’UMTS, e la tecnologia dual sim.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Non siamo così abituati a vedere questi tre elementi fusi insieme in un solo prodotto, quindi iniziamo subito a provare questo nuovo Andy Smart.

Confezione

Nella confezione di vendita di questo nuovo Andy Smart troviamo diversi
accessori: la memoria da 2gb che si aggiunge ai mb interni disponibili,
il cavo dati condiviso con il caricatore da viaggio, gli auricolari
stereo con jack da 3.5 millimetri.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Completano il tutto un piccolo manuale di istruzioni e
un’informativa sull’utilizzo della push e-mail. Non male per uno
smartphone da 220 euro, no?

Primo Contatto – Funzioni e Materiali

Il nuovo Onda Andy Smart (Andy di seguito) è uno smartphone candy bar full touchscreen che opera in sistema duale UMTS – GSM quadribanda. La tecnologia UMTS con HSDPA è limitata alla sola sim 1, mentre sulla sim 2 possiamo contare sull’EDGE.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

La connettività è completata dal wi-fi b-g e dal bluetooth stereo 2.1, mentre a livello wired possiamo sfruttare il cavo dati inserito nella confezione di vendita. Esteticamente, abbiamo un modello venduto in tre colori (bianco, nero, rosso), e a noi è toccata sicuramente la nuance meno scontata presente nella rosa di Onda.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Sulla cover anteriore prende posto il display da 3.2 pollici, che ha risoluzione 480x320p ma che non dispone di un sensore di luminosità. Nessuna preoccupazione, però: sotto il sole lo schermo si vede eccome. Sulla cover posteriore abbiamo la fotocamera da 3.0 megapixel.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

No flash led, no autofocus. Peccato, perché le immagini scattate sono così così, proprio come i video. Nelle scocche anche il chip GPS assistito e l’accelerometro. 

Primo Contatto – Dimensioni e Peso

Su questo smartphone in prova la protagonista è la plastica, assemblata con giudizio e in maniera tale da non dover sentirsi scricchiolare tutto sotto le mani.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

L’impugnatura è invece salda nonostante le scocche siano verniciate, e abbiamo dimensioni in linea con gli altri smartphone. L’altezza è di 110 millimetri, la larghezza di 58.3, lo spessore di 13.2, per un peso che non si sente quasi (113 grammi). Il display è touchscreen, di tipo capacitivo e multitouch.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Sulla parte superiore c’è l’accensione, e poco vicino abbiamo anche il jack da 3.5 millimetri. Sul dorso destro troviamo invece il volume e sotto l’ingresso della MicroUSB.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Da notare l’amplissimo led che Onda mette nella parte inferiore della soccca. I colori di illuminazione possiamo scegliere autonomamente, una personalizzazione in più per questo nuovo Android. 

In Prova – Il nostro test

Il nuovo Andy Smart non ha brandizzazioni sulle scocche e offre la versione 2.2.1 di Android come sistema operativo. La struttura è potenziata da un processore ARM da 600 MHz, che ha memoria RAM da 256mb, e 512mb di ROM.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Il sistema gira abbastanza bene, abbiamo una fluidità più che sufficiente, anche se in alcuni casi non abbiamo quella brillantezza propria di smartphone che adottino un processore più potente, non necessariamente dual core. Onda non apporta alcuna personalizzazione strana al sistema operativo disponibile, e abbiamo quindi tra le mani il solito Android che funziona senza pecche o bug.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Questi invece investono come un treno il registro chiamate, che è impreciso, confusionario, mette le ultime telefonate in fondo all’elenco, non riporta la durata delle nostre conversazioni.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Sono tutti malfunzionamenti correggibili tramite una nuova release software, e speriamo arrivino in fretta perché per il resto il dual sim funziona alla perfezione, con quei due tastoni virtuali verdi che fanno capolino ogni volta in cui l’utilizzatore deve scegliere con quale numero telefonare o mandare messaggi.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Anche il client e-mail è sdoppiato: abbiamo la visualizzazione HTML, la mail push, ma non il pinch to zoom. La digitazione dei testi è demandata a una tastiera che sarebbe meglio sostituire con altre presenti sul Market di Android, mentre la parte telefonica ha un buon audio e una ricezione abbondantemente nella media.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Il vivavoce gracchia ai massimi volumi, ma è tutto nella norma. Per la navigazione web, meglio rifarsi alla sim 1 con l’UMTS e l’HSDPA che portano a una velocità buona di caricamento. Possibile stavolta il pinch to zoom, che si estende anche alle gallerie dei contenuti multimediali.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

La parte business invece passa da QuickOffice, che anche in questo caso batte largamente PolarisOffice, e la push e-mail di cui abbiamo già parlato. Facebook e Twitter non sono inseriti di default, ma possono essere scaricati semplicemente. Non benissimo la multimedialità, che offre una fotocamera da 3.0 megapixel priva di flash led e autofocus.

Onda Andy Smart
Onda Andy Smart

Le immagini catturate sono così così, proprio come i video, che si girano con 30 fps a una risoluzione di 640×480 pixel. Niente da dire, infine, sul navigatore: il fixing con i satelliti è abbastanza rapido. Dual sim, Android, UMTS, e il merito è di Onda, che ci consegna questo modello da 220 euro. Un prezzone, in questa estate 2011. 

Immagini Onda Andy Smart

Tutte

Dati tecnici

Supporta dual sim
Capacità (mAh) 1500
Tipo di batteria Litio
Ricarica wireless
RAM
Memoria interna 256 KB
Memoria esterna microSD
Chipset
Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS,HSDPA
Schermo pieghevole
Diagonale 3,2"
Sistema Operativo Android 2.2
NFC
HDMI
Infrarossi
WiFi WiFi 3
USB Micro USB v2.0
Bluetooth v2.1

Foto e video

Raw
Risoluzione massima
Stabilizzatore
Risoluzione massima foto
* specifiche per sensore

Sensori

Sblocco con riconoscimento facciale
Impronta digitale
Riconoscimento iride