Introduzione

Eccolo, l’erede del vecchio Milestone. Per Natale (ma difficilmente lo troverete nei negozi italiani), Motorola si regala il nuovo Milestone 2, con Froyo, e con un design ammorbidito rispetto al passato.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

L’attenzione è massima, anche al piccolo particolare, e la piacevole conferma è rappresentata dalla tastiera fisica estesa, che fornisce un supporto molto valido nella digitazione dei testi. Uno smartphone dedicato a tutti, ma che ha un piglio professionale notevole visto il form factor. Andiamo a scoprire insieme questo nuovo nato di casa Motorola.

Confezione

Nella confezione di vendita non troviamo una custodia ma degli accessori disponibili non possiamo certo lamentarci.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Nella dotazione, infatti, è compresa una memoria aggiuntiva microSD da 8gb, che si aggiunge alla memoria internat da 8gb destinata a programmi e applicazioni (chissà che un domani non si possa usare per archiviazione). Inoltre, abbiamo anche il cavo dati, gli auricolari stereo con jack da 3.5 millimetri, il caricatore da viaggio.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

La batteria sfiora i 1400 mAh, troppo pochi per superare il giorno di utilizzo. Al tramonto, o prima di andare a dormire, saremo costretti a ricaricare.

Primo Contatto – Funzioni e Materiali

Il nuovo Motorola Milestone 2 è uno smartphone slider che opera in sistema duale UMTS – GSM quadribanda. La connettività è completissima, e offre, oltre all’HSPA, anche il wi-fi b-g-n, il bluetooth stereo e il solito cavo dati inserito nella dotazione di vendita. Esteticamente, Milestone 2 si fa notare nonostante la livrea scura.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Il peso dà la sensazione di avere tra le mani un dispositivo davvero solido, e anche il meccanismo di cerniera della tastiera slider lo conferma. Ottimo l’assemblaggio, quindi, per un modello che sulla parte frontale propone un display da 3.7 pollici, con 16 milioni di colori restituiti in maniera carica e brillante, e una risoluzione di 480×854 pixel che risulta davvero buona. Certo, non è amoled, ma comunque valido il nero e i contrasti. 

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Il display è naturalmente a sfioramento, con tecnologia capacitiva. Sulla back cover, invece, abbiamo la fotocamera a risoluzione massima 5.0 megapixel. Per supportarci negli scatti al buio, Motorola ha optato per un doppio flash led, e c’è anche l’autofocus. Bene le immagini catturate, quindi, in linea con i pari grado di altri competitor.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Meno bene i video, che hanno qualche piccolissimo scatto, ma che "escono" fino a 720p. Disponibili nelle scocche anche l’accelerometro e il chip GPS integrato, che sottintende alla presenza della possibilità di navigare grazie alle mappe e al navigatore di Google. A differenza di Milestone 1 non troviamo la soluzione di navigazione di Motorola.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Ottima la velocità di fixing dei satelliti, e anche l’interfaccia auto proposta da Motorola, con grandi tab a sostituire le icone per darci la sicurezza di cliccare al posto giusto. 

Primo Contatto – Dimensioni e Tastiera

Compatto ma pesante, Milestone 2 riesce comunque a favorire un’impugnatura salda. Il merito è indubbiamente della back cover gommata, e dell’assemblaggio di Motorola.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

La cornice metallica presente sulla front cover, invece, dà un tocco di grazia ed eleganza a tutto lo smartphone, in cui si notano linee più morbide rispetto al vecchio Milestone.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Questo nuovo Milestone 2 misura 116 millimetri di altezza, 60.5 di larghezza, e 13.7 di spessore, con un peso fissato in 169 grammi. Non cosa da poco, quindi, ma ci si abitua, grazia allo spessore che per un qwerty slide è particolarmente contenuto.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Ci si abitua soprattutto all’ampia tastiera fisica, che leggermente bombata favorisce una digitazione rapida e priva di errori. Ottimo il design di questa QWERTY, che si svela facendo scorrere la scocca superiore.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Per il resto, interagire con Milestone 2 è un’operazione resa facile dal touchscreen capacitivo, che garantisce ottime performance a determinate condizioni (spiegheremo più avanti cosa vogliamo dire).

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Sotto all’ampio display ci sono i soliti quattro tasti a sfioramento, mentre sui dorsi si scatta e si alza il volume da destra, si ricarica da sinistra.  Presente il led di notifica nell’angolo in alto a destra.

In Prova – Il nostro test

Il nuovo Milestone 2 che testiamo oggi è privo di brandizzazioni e offre la versione 2.2 di Android. Froyo gira bene, ma a una condizione: che vi dimentichiate della personalizzazione di Motorola.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Utilizzando la veste grafica del produttore, infatti, senza quindi usare ADW Launcher (o altre home screen alternative), avremo prestazioni opache, e qualche delay di troppo anche in fase di navigazione tra le diverse icone del menù. Le facce ovviamente sono sempre sette, e la home screen si impreziosisce dei tanti widget personalizzati dalla stessa Motorola, che ci dà la possibilità di deciderne la dimensione e la posizione sul display.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Con ADW Launcher non abbiamo questi problemi, ma uno smartphone che non conosce anzi rallentamenti, pur mantenendo tutte le garanzie e peculiarità di Android. Peccato che non ci sia la possibilità (vista per esempio nell’Acer Metal Liquid) di scegliere di default tra l’interfaccia peronalizzata e l’interfaccia pulita di Android. In quest’ottica, poi, si registra una parte telefonica superiore alle attese, con una ricezione che va oltre la media, e una parte audio che regala tonalità calde dell’interlocutore, e una pulizia inaspettata.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Bene il telefono in sé quindi, e bene anche la messaggistica, che propone l’unico problema di un’impostazione e-mail meno immediata rispetto al solito. Tanti i parametri da inserire, con la necessità di fare attenzione, e qualche errore strano di autenticazione quando si crea l’account, si esce e si rientra per le modifiche eventuali. Comunque dopo la corretta impostazione non abbiamo avuto più problemi. 

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

In generale, però, abbiamo il solito push, la possibilità di sincronizzare account IMAP, e l’opportunità di vedere i messaggi personali dei social network nella stessa schermata di account e sms. Le mail si vedono in full HTML, ma manca il pinch to zoom. In compenso, il client si regala la possibilità di fare piccoli editing sui testi scritti: decidiamo il font, il carattere, proprio come sul nostro pc di casa.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

La tastiera rappresenta, come già detto, il mezzo migliore per scrivere testi lunghi. La parte web ha un ottimo rendering, e una velocità di navigazione che non crea mai problemi, sia che decidiamo di passare dall’UMTS, sia che optiamo per il wi-fi (certo, tutto dipende dal vostro router e dal vostro provider).

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

A livello di gestione, abbiamo un file manager completo che ci dà la possibilità di impostare le cartelle condivise, e un task manager che ci consente di tenere sempre sotto controllo il flusso dei dati in chiave di ottimizzazione delle prestazioni. E’ un anello molto importante, questo, perché con il dispendio energetico che fa registrare, avremo la possibilità di optare per tre livelli di risparmio della batteria.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

In più, Motoblur fa tutto il resto per quanto riguarda l’integrazione con i social network. Con la visualizzazione della posta universale, possiamo guardare tutti i messaggi in entrata, siano essi derivanti da Facebook o sms ecc. La rubrica è fatta molto bene: elenco al centro, cronologia a sinistra, aggiornamenti di stato dei social network a destra. Confermate, in questo senso, le prestazioni del vecchio Milestone.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Qui abbiamo ancora il piglio professionale, che passa dalla presenza di Quickoffice in versione light, oltre che dal form factor. E poi, tramite il Portale Telefoni, potremo gestire Milestone 2 direttamente dal pc, che raggiungerà il nostro smartphone tramite un IP assegnato a quest’ultimo, per poter interagire con messaggistica, rubrica, ecc.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

La multimedialità è completa, e offre una fotocamera da 5.0 megapixel che regala scatti in linea con i pari gamma, e supportati da doppio flash led e autofocus. Meno bene i video, che a 720p hanno micro scatti. Da segnalare anche il DLNA, inteso come client e come server, e anche i comandi vocali di grande caratura.

Motorola Milestone 2
Motorola Milestone 2

Niente è quindi lasciato al caso su questo Milestone 2, che scrollatosi di dosso la personalizzazione del produttore riesce a raggiungere performance davvero significative. Il prezzo di 499 euro è in quest’ottica giustificato, specie se rapportato a quelli degli smartphone di HTC, Apple e Samsung. La risposta di Motorola eccola qui: Milestone 2, e Natale è solo fra quindici giorni. Anzi meno. 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum

    Immagini Motorola Milestone 2

    Tutte

    Dati tecnici

    Tipo di sim card supportata Plug in
    Supporta dual sim
    Tipo di batteria LiPo
    Ricarica wireless
    RAM MB
    Memoria interna 8 GB
    Memoria esterna microSD
    Chipset
    Reti supportate GPRS,EDGE,UMTS,HSDPA
    Schermo pieghevole
    Diagonale 3,7"
    Sistema Operativo Android 2.2
    NFC
    HDMI
    Infrarossi
    Funzioni Bluetooth A2DP
    WiFi WiFi 4
    USB Micro USB v2.0
    Bluetooth v2.1

    Foto e video

    Raw
    Flash Doppio LED
    Risoluzione massima
    Stabilizzatore
    Risoluzione massima foto
    * specifiche per sensore

    Sensori

    Sblocco con riconoscimento facciale
    Impronta digitale
    Riconoscimento iride