I nuovi Xperia X e X Performance, smartphone Sony presentati il 22 febbraio durante il Mobile World Congressnon supporteranno lo standard Quick Charge 3.0 che, come sappiamo, è stato introdotto da Qualcomm nelle CPU che troveremo a bordo dei dispositivi in questo 2016. La notizia ci arriva da una nota rilasciata dalla stessa Qualcomm, nella quale si specifica che Xperia X e X Performance saranno compatibili con lo standard Quick Charge 2.0, introdotto dall’azienda americana nelle CPU commercializzate nel 2015.

Sony Xperia X Performance
Sony Xperia X Performance

Anche Samsung ha deciso di non rendere compatibili con lo standard Quick Charge 3.0 i nuovi Galaxy S7 ed S7 Edge, una decisione in quel caso motivata dalla presenza di due versioni dei top gamma dell'azienda coreana, equipaggiati con due CPU differenti (Exynos e Snapdragon).
In questo caso, invece, la decisione di Sony fatica ad essere compresa, visto che Xperia X e X Performance saranno equipaggiati in tutti i mercati rispettivamente con CPU Snapdragon 650 e Snapdragon 820.

Inoltre, a differenza di Samsung, l'azienda giapponese non sta sviluppando una propria tecnologia di ricarica rapida, per cui avrebbe avuto tutto l'interesse ad abilitare la Quick Charge 3.0 che è prevista di default per le due CPU scelte nei nuovi smartphone.

A questo punto si attende una nota ufficiale da parte di Sony che possa spiegare questa decisione, magari dovuta ad una qualche mancanza hardware di cui non siamo a conoscenza. Come sempre, continueremo a monitorare la vicenda e vi terremo informati su qualsiasi sviluppo possa verificarsi in merito.