Xiaomi Mi A1 ha iniziato a ricevere l’aggiornamento ad Android Pie. Il rollout è già partito, come promesso dall’azienda cinese.

Xiaomi Mi A1 si aggiorna ad Android Pie

Lo smartphone è stato il primo device di Xiaomi a far parte del progetto Android One. Infatti, a bordo non c’è la classica interfaccia utente MIUI che contraddistingue i terminali dell’azienda. Mi A1 è equipaggiato con una versione totalmente stock di Android, che permette anche agli utenti che prediligono un’esperienza Android pura di poter utilizzare uno smartphone Xiaomi.

Oltre alle novità previste dal nuovo sistema operativo, l’update all’ultima versione dell’OS del robottino verde porta con sé le patch di sicurezza di dicembre, ancora non presenti sulla maggior parte degli smartphone Android, ed abilita anche la radio FM. Quest’ultima funzionalità era riservata, almeno fino ad oggi, al modello gemello con a bordo l’interfaccia utente MIUI, ovvero Xiaomi Mi 5X.

Per il momento, il rollout è partito in Asia, ma è molto probabile che sarà solo questione di giorni prima il rilascio di Android Pie per Xiaomi Mi A1 raggiunga il resto dei paesi nei quali è stato commercializzato. Pertanto, vi consigliamo di controllare periodicamente se l’aggiornamento ha raggiunto il vostro terminale, accedendo alla sezione dedicata agli update tramite OTA presente all’interno delle impostazioni software.

I vantaggi di Android One

Xiaomi Mi A1 è un esempio importante di quali siano i benefici di acquistare uno smartphone parte del programma Android One. Infatti, il terminale è stato presentato ormai più di un anno fa. Tuttavia, nonostante sia stato lanciato nel 2017, ha ricevuto l’aggiornamento all’ultima versione del celeberrimo sistema operativo di Google soltanto poche settimane dopo il suo rilascio per Xiaomi Mi A2, ultimo modello della gamma di device Android One del colosso cinese.

Gli smartphone compresi all’interno del programma vengono infatti aggiornati costantemente e più a lungo rispetto a terminali con interfaccia utente personalizzata. Inoltre, il rilascio delle ultime patch di sicurezza è più rapido. I terminali Android One, di qualsiasi produttore, hanno tutti a bordo una versione di Android completamente stock. Questo potrebbe essere inteso come un vantaggio oppure un compromesso al quale scendere per avere a disposizione aggiornamenti puntuali e maggiori livelli di sicurezza.

Fonte: GSM Arena