Il Mobile World Congress di Barcellona è terminato, e da oggi si apre la fase di attesa relativamente all’effettiva commercializzazione dei vari smartphone che sono stati presentati durante la fiera spagnola.
Qualche giorno fa è stato il turno di Xiaomi, che ha svelato al mondo il Mi 5, un prodotto che si posiziona nella fascia alta di mercato, essendo praticamente il top gamma dell'azienda cinese almeno per la prima parte del 2016.
Visto il valore del prodotto, ci si aspettava una commercializzazione su scala globale di questo smartphone da parte di Xiaomi, e invece a spegnere gli entusiasmi ci ha pensato Hugo Barra, Vice Presidente dell'azienda nonché "padre putativo" di Android.

Xiaomi Mi 5
Xiaomi Mi 5

In rete si era infatti scatenato l'entusiasmo circa la possibilità che Xiaomi commercializzasse ufficialmente anche in Europa il suo nuovo top gamma ma Barra, intervenuto oggi sulla questione, ha affermato: "In questo momento la priorità di Xiaomi è quella di lanciare il Mi 5 all'interno dei mercati in cui è già presente in via ufficiale. La commercializzazione anche negli Stati Uniti e in Europa è una possibilità che, in questo momento, non è nei nostri piani. Questo non esclude che in futuro ci possa essere, non a caso abbiamo scelto una vetrina come il Mobile World Congress a Barcellona, ma per adesso il Mi 5 non arriverà in questi mercati".

Una dichiarazione che sta già facendo molto discutere in rete, soprattutto perché si tratta di uno smartphone caratterizzato da un eccellente rapporto qualità/prezzo, tanto che la versione Pro con 4GB di RAM e 128GB di memoria interna viene proposta in Cina, al cambio, ad appena 320 euro.
A questo punto non possiamo che augurarci che Xiaomi decida presto di aprire la commercializzazione anche in Europa e negli Stati Uniti.