Xiaomi brevetta un dispositivo pieghevole in cui entrambi i moduli fotografici (quello anteriore e quello posteriori) lavorano insieme. Il brevetto dell’azienda cinese è emerso soltanto nelle scorse ore sul web ed evidenzia un prototipo che non sappiamo se verrà mai rilasciato dalla compagnia stessa.

Xiaomi: le fotocamere lavorano insieme

Sebbene la maggior parte dei prodotti in commercio dispone di moduli fotografici capaci di funzionare indipendentemente l’uno dall’altro, Xiaomi potrebbe aver trovato una soluzione che consente agli elementi di lavorare congiuntamente.

Il colosso della tecnologia cinese aveva infatti presentato diverso tempo fa all’Ufficio nazionale cinese per la proprietà intellettuale il documento, approvato soltanto pochi giorni or sono e trapelato pochissime ore fa.

Il brevetto ci è utile anche per capire il layout stesso dello smartphone e i posizionamenti molto interessanti relativi alla fotocamera. Guardando le immagini infatti, notiamo che lo smartphone (ipotetico) sia dotato di ben tre sensori di imaging, due dei quali sono allocati in un medesimo modulo, mentre una lente singola si trova sul lato opposto.

Ultimamente, gli OEM hanno iniziato a dotare i propri device di un numero sempre maggiori di sensori sui lati posteriori così come all’interno del pannello anteriore dei prodotti. Pertanto Xiaomi ha trovato un’interessante soluzione a questo problema attraverso il suo brevetto per uno smartphone pieghevole capace di utilizzare tutte le lenti in contemporanea una volta ripiegato.

Di fatto, quando il telefono è piegato attraverso la sua cerniera, il sensore singolo cade proprio sotto e leggermente davanti alla configurazione della doppia fotocamera. In altre parole, utilizzando il device “da chiuso” si potrà godere del massimo della qualità fotografica del dispositivo. Sfortunatamente non abbiamo maggiori dettagli a riguardo e le specifiche non sono state descritte.

Tuttavia è interessante notare come Xiaomi si stia impegnando a proporre diverse soluzioni a tutte le problematiche che i foldable attuali riscontrano, con i suoi numerosi brevetti. In attesa di vedere finalmente il primo vero ufficiale foldable della compagni, vi invitiamo a restar connessi.

Fonte:SeekDevice