Xiaomi Black Shark, il primo smartphone da gaming del colosso cinese, ha già il suo primo successore. Tuttavia, Helo è un upgrade del device, con il quale condivide anche il processore. Stando alle ultime notizie provenienti da Weibo, social molto popolare in Cina, presto arriverà una seconda edizione dello smartphone, con scheda tecnica decisamente rinnovata.

Xiaomi Black Shark, il successore

Come spesso accade, la conferme ufficiali sugli smartphone Xiaomi non arrivano dagli account istituizionali, ma da quelli “privati” di manager e presidenti. In più, spesso le notizie non sono rivelate in modo diretto, ma tramite sondaggi o riflessioni.

In questo caso però è l’account ufficiale di Xiaomi a chiedere direttamente ai fan cosa si aspettano dal nuovo gaming phone. A seguire, Wang Teng Thomas – product director di Xiaomi – ha scritto su Weibo di aver visto in azione (con i suoi occhi) la seconda generazione di smartphone Xiaomi Black Shark (arrivata da poco anche in Italia). A suo parare è semplicemente “troppo veloce“, come ad anticipare un flagship ottimizzato per il gaming che possa superare agevolmente l’attuale concorrenza.

Purtroppo, al messaggio non sono stati aggiunti dettagli, ma qualche informazione può essere ricavata da predecedenti leak: infatti, da qualche tempo un misterioso device con nome in codice “Skywalker” compare di tanto in tanto fra i test di benchmark dei device non ancora ufficiali.

Stando alle indiscrezioni, ma potevamo immaginarlo anche senza documenti da esaminare, il processore a bordo del device sarà Qualcomm Snapdragon 855. Inoltre è probabile che Xiaomi decida di abbinargli il modem 5G Snapdragon X50, così in modo da supportare l’utilizzo del gaming online). Lo smartphone lavorerà con almeno 8GB di memoria RAM e – speriamo – configurazioni di storage interno che partiranno da 128GB (è una mera ipotesi). Chiaramente, il sistema operativo sarà Android Pie sotto interfaccia utente personalizzata.

Per il resto, non ci sono altre informazioni a riguardo. Difficilmente Xiaomi presenterà il device durante la conferenza stampa organizzata per il prossimo Mobile World Congress, è probabile che lo smartphone sarà protagonista di un evento in Cina, pensato magari per la prossima primavera.

Fonte: Phonearena