Xiaomi Black Shark 2 sarà lanciato il 18 marzo: il produttore ha infatti rilasciato un poster promozionale che annuncia quando il nuovo smartphone sarà presentato.

Black Shark 2 con Snap 855

Il terzo telefono gaming dell’azienda cinese è stato protagonista di molte indiscrezioni nei giorni scorsi e sono stati numerosi gli indizi che suggerivano l’esordio imminente, fatto ora avvalorato dall’annuncio promozionale.

Il poster rilasciato da Xiaomi in realtà non fornisce molte informazioni, quindi non ci resta che far riferimento alle indiscrezioni che sono trapelate sino ad ora. Secondo i rumor, il Black Shark 2 utilizzerà l’ultimo chip di punta di Qualcomm, lo Snapdragon 855: in un database di GeekBench, il dispositivo ha mostrato punteggi piuttosto alti. Alcuni screenshot hanno rivelato che il prossimo telefono cinese, il cui nome in codice è Skywalker, avrà ben 12 GB di RAM e funzionerà con il sistema Android 9.0. Il device potrebbe anche supportare l’opzione di ricarica rapida da 27W e il modello di caricatore è coerente con quello del Mi 9.

Wu Shimin, CEO di Black Shark, ha confermato che il Black Shark 2 sarà lanciato a breve e, oltre ad offrire un’esperienza di gioco più potente, sarà anche dotato della tecnologia “Liquid Cooling 3.0”, un sistema di raffreddamento a liquido che dovrebbe garantire sempre le massime prestazioni.

Entrando più nel dettaglio, ricordiamo che lo smartphone Black Shark 2 è stato approvato presso la 3C cinese, uno degli organi che si dedica al disciplinamento e alla certificazione di questo tipo di prodotti prima di immetterli sul mercato.

Dato che si tratta di un device per giocatori, molto probabilmente sarà presente il sistema di illuminazione a LED RGB: il logo posizionato al centro, sopra la scritta Black Shark, dovrebbe essere retroilluminato. Da quanto trapelato dai rumor, il telefono non dovrebbe avere un lettore fisico per il rilevamento delle impronte digitali: Xiaomi potrebbe averlo inserito nel display, come ha fatto con il suo ultimo top di galla Mi 9.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: Gizchina