<

strong>Xiaomi ha annunciato la costituzione di una propria banca in Cina, nella provincia di Sichuan. La Sichuan Yinmi Technology, consociata del gigante tecnologico, ha stabilito nel mese di giugno una partnership con alcune aziende della zona e il progetto di aprire una banca è stato approvato ufficialmente dalla China Banking Regulatory Commission.

Il post del Ceo di Xiaomi
Il post del Ceo di Xiaomi

La banca Xiaomi Sichuan si concentrerà su servizi per i privati, piccole e medie imprese e un occhio di riguardo sarà dato a chi si occupa del settore agricolo. Uno dei principali investori è New Hope Group, la più grande industria agroalimentare del paese asiatico.
Il Ceo di Xiaomi, Lei Jun, in un post su Weibo ha recentemente dato un’anticipazione: la banca offrirà servizi di internet banking. Mossa strategica che potrebbe costituire un chiaro vantaggio sui rivali nella corsa ad accaparrarsi utenze nel mondo del pagamento online. Si consideri che Xiaomi ha lanciato da poco Wallet Xiaomi, un servizio monetario online ed è in procinto di lanciare la piattaforma Mi Pay, concorrente naturale, quindi, dei già rodati Apple Pay, Android Pay e Samsung Pay.