Il valore di mercato di Xiaomi Corp. ha appena superato i 100 miliardi di dollari USA: in questo modo, l’azienda ha finalmente raggiunto l’obiettivo IPO fissato nel 2018.

Xiaomi raggiunge l’IPO 2018

Secondo le analisi di Bloomberg, il valore di mercato del gigante tecnologico cinese Xiaomi ha superato i 100 miliardi di dollari USA, dopo aver registrato ad Hong Kong un rally del 9,1% all’inizio di questa settimana. La società ha chiuso la giornata con un rialzo del 7,6%, raggiungendo un valore di mercato di 802 miliardi di dollari di Hong Kong (circa 103 miliardi di dollari USA) e battendo tutti i suoi record.

Segnaliamo che nel 2018 Xiaomi aveva puntato ad una valutazione di 100 miliardi di dollari USA per la sua offerta pubblica iniziale, traguardo che tuttavia era riuscita a raggiungere solo a metà, fino a questo momento. Da due anni a questa parte, l’azienda ha tuttavia riscosso un enorme successo in tutto il mondo, soprattutto nel 2020 quando il valore delle sue azioni sono quasi triplicate.

Dall’inizio dell’anno, infatti, le azioni del colosso cinese sono cresciute del 180%, un traguardo eccellente che ha portato la compagnia ad essere uno dei tre produttori di smartphone più grandi al mondo, con ben 46,6 milioni unità spedite nel periodo luglio-settembre 2020.

A Xiaomi va anche il merito di essere una delle poche aziende tecnologiche cinesi in grado di registrare una forte crescita al di fuori del suo paese d’origine, la Cina. Inoltre, al momento il brand sta anche beneficiando del lancio in nel Paese della tecnologia 5G, approfittando dell’attuale situazione di stallo di Huawei: riuscirà Xiaomi a conquistare definitamente anche la quota di mercato interno del brand tanto battagliato dagli USA?

Fonte:bloomberg