Dopo il successo del chip Apple M1, le aziende che si occupano della realizzazione dei computer dovranno adattarsi all’imminente arrivo dei primi PC basati su ARM.  Con questa nuova richiesta in mente, Microsoft ha sviluppato Windows 10X, il sistema operativo nato e pensato per essere una versione leggera e conveniente (nonché smart) di Windows 10: si proporrà come una valida alternativa a ChromeOS. Ad oggi, sembra che il sistema funzioni perfettamente su laptop con touch screen ma che possa essere utilizzato senza problemi anche con mouse e tastiera. Ora, il software pare che sia stato adattato anche ai dispositivi mobili e… udite, udite: uno sviluppatore è riuscito ad avviare il firmware di Windows 10X all’interno del suo vecchio Lumia 950XL.

Windows 10X: versatile come pochi altri al mondo

L’utente di Twitter Gustave Monce afferma di essere riuscito ad ottenere una build pre-release di Windows 10X e di averla installata su un Nokia Lumia 950XL. Il dispositivo è stato rilasciato nel lontano novembre 2015 e le immagini fornite dallo sviluppatore e condivise sul suo account Twitter, mostrano come il sistema operativo si riesca ad adattare alle diverse dimensioni dello schermo.

Infatti, il Lumia 950 XL ha un pannello da 5,7 pollici e la barra delle applicazioni di Windows 10X si adatta benissimo alla parte inferiore dello schermo. Anche il pannello delle “Impostazioni rapide” riesce a racchiudere al suo interno tutti gli elementi.

Secondo Monce, Windows 10X risponde bene al form factor più piccolo, ha comunque bisogno di tanto lavoro. Dopotutto, non è del tutto utilizzabile su questo hardware ben specifico e assai datata.

Comunque, prima di gridare allo scandalo e viaggiare con la fantasia, sappiate che questo adattamento sui dispositivi mobili non sembra essere altro che una semplice coincidenza. Non pensiamo che Microsoft stia preparando un ritorno al business degli smartphone dopo il suo esperimento fallimentare con i Windows Phone di qualche anno fa.

Come accennato in precedenza, Windows 10X è un software più semplice e leggero da eseguire rispetto a Windows 10. Ovviamente, non potrà far girare le applicazioni Win32, ma solo quelle fornite dal Windows Store. Anche l’aspetto grafico è molto diverso e si ispira a Chrome OS di Google.  Il suo lancio ufficiale è previsto nei prossimi mesi.

Fonte:Twitter Gustave Monce