Più coesione e interoperabilità tra il mondo dei PC e quello dei cellulari Windows Phone: si può riassumere così la direzione impartita da Microsoft alla prossima release del suo sistema operativo, che sarà contraddistinta su mobile come su desktop dal numero 10. Un po’ come accade già con OSX e iOS, Microsoft ha iniziato a mescolare insieme i due mondi: così da giustificare l'acquisto di un Lumia o un altro smartphone Windows Phone con i vantaggi che derivano da avere un ambiente di lavoro comune.

 

Gli annunci Windows 10
Gli annunci Windows 10

 

Il nome del prossimo Windows Phone, poi, sarà semplicemente Windows 10: a febbraio inizierà a essere disponibile per gli sviluppatori, così che possa essere sperimentato quanto di nuovo c'è a bordo, e l'abbandono della dicitura "Phone" sta a sottolineare proprio la ritrovata coesione con i PC. Le Universal App, quelle che dovrebbero funzionare sia sui computer propriamente detti che sugli altri dispositivi che montano un chip ARM, saranno davvero universali a partire da questa versione: lo sarà il nuovo browser Spartan, lo saranno le rinnovate app per Office che saranno disponibili in preview a partire dalle prossime settimane.

Migliorata anche la gestione delle notifiche, con un nuovo Action Center, e migliorata la transizione tra i diversi servizi di messaggistica: tutti gli sviluppatori potranno accedere a nuove funzioni per passare comodamente da un canale all'altro, con Skype sempre più integrato nel sistema operativo. Una nuova versione di Outlook per mobile sarà disponibile: la gestione dei messaggi con lo scorrimento di un dito è stata semplificata, e la composizione del testo è sempre più ricca mettendola praticamente in pari con Word sui dispositivi mobile.

 

Gli annunci Windows 10
Gli annunci Windows 10

 

L'integrazione di OneDrive, il cloud storage Microsoft, fa un ulteriore passo in avanti: ad esempio le fotografie saranno automaticamente salvate in cloud, raccolte in album, migliorate tramite gli algoritmi (disinseribili) sviluppati da Microsoft, sincronizzate con tutti i dispositivi connessi all'account dell'utente. E in tema di fotografia, anche l'app di default farà un passo in avanti: in pratica l'ultima release di Lumia Camera vista sugli smartphone più recenti diventerà quella predefinita del sistema operativo, con un evidente lavoro svolto da Microsoft per riunificare l'ecosistema.

Nel complesso la versione 10 non pare rivoluzionaria, quanto invece un'evoluzione della precedente: migliorata la gestione delle piastrelle sulla schermata iniziale, migliorato il menù impostazioni, migliorata la tastiera, migliorata l'integrazione di Cortana (anche nelle Mappe, ad esempio), migliorata l'interazione con le notifiche. La dimostrazione durante la conferenza è stata fatta su un Lumia 1520ulteriore conferma che il software dovrebbe essere compatibile con tutti gli attuali smartphone Windows Phone 8.1.