Il risarcimento di Wind ai propri clienti ci sarà. Ma solo per chi ha fatto reclamo direttamente a Wind o tramite qualche altra associazione di consumatori entro il 16 luglio.

“Un risarcimento adeguato dato il disagio dello scorso 13 giugno, quando moltissimi utenti Wind Infostrada hanno subìto l’interruzione del servizio sia sul fisso, telefono e Adsl, sia sul mobile”si legge in una nota dell’associazione di consumatori Altroconsumo. “Nei giorni scorsi oltre 6.700 utenti ci hanno lasciato le loro segnalazioni attraverso una petizione online, dichiarandosi disposti a seguire Altroconsumo in un’azione legale. Grazie anche a questa minaccia, l’incontro che abbiamo avuto, assieme alle altre associazioni di consumatori e all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, con l’operatore di telefonia ha dato i suoi frutti”.

In base all’accordo, per le ricaricabili verrà dato 1 GB di navigazione gratis per coloro che hanno attivo un piano dati, un bonus del 20% per tutte le ricariche effettuate nelle 48 ore seguenti all'attivazione dell'opzione con un valore massimo di 50 euro di bonus. Il bonus sarà spendibile entro 30 giorni dalla data dell'attivazione e sarà speso con priorità rispetto al credito pagato.

Per gli abbonati mobile e fisso ci sarà uno sconto nella prima fattura utile, entro 2 mesi, di 2,50 euro più 1 GB di navigazione gratis per utenze business. Nel caso in cui gli utenti business della rete fissa non abbiano l'opzione internet, saranno riconosciuti 5 euro.

“Una vittoria di Altroconsumo e di tutti i consumatori”, conclude la nota. 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum