L’idea di una SIM slegata dai costi del roaming non è una novità: da tempo ci sono sul mercato le offerte di diversi operatori del settore, tutti in grado di offrire prezzi popolari per le chiamate e gli SMS di chi si muove frequentemente oltre confine. Zeromobile è un operatore virtuale su piazza da qualche anno, e ora ha aggiunto una nuova freccia al suo arco: WhatSim è un prodotto dedicato a chi non può rinunciare a WhatsApp mentre è in viaggio.

 

WhatSim
WhatSim

 

Una SIM WhatSim è analoga in tutto e per tutto a quella di un'altra offerta di Zeromobile: in questo caso, però, a fronte di un costo di 10 euro annui si ottiene la possibilità di consultare senza costi aggiuntivi le proprie chat WhatsApp mentre si è connessi alla rete di 400 operatori in 150 paesi. In questa cifra sono comprese le chat testuali, mentre sono esclusi messaggi multimediali che comprendano foto, video e audio: per quelli occorre comprare crediti a parte, ricaricando la scheda di un minimo di 5 euro (1000 crediti) e tenendo d'occhio il tariffario disponibile sul sito ufficiale del prodotto.

Per spingere la sua offerta, Zeromobile ha anche pensato di restituire a partire dal secondo anno anche l'equivalente del canone di WhatsApp (poche decine di centesimi di euro) sotto forma di credito sulla scheda. Un'idea come un'altra, ma che sottolinea ancora di più se ve ne fosse bisogno quanto il servizio di WhatsApp sia centrale all'offerta: WhatSim è la scelta giusta per chi davvero non può fare a meno di mandare messaggi ai propri contatti mentre è all'estero, e ha il vantaggio di poter essere sfruttato senza particolari limitazioni visto che il credito e la SIM non hanno scadenze particolari.

Non è la prima volta che un operatore telefonico propone un'idea simile: sfruttare il volano di WhatsApp per il marketing è un'ottima idea vista la popolarità dell'app oggi di proprietà di Facebook, e il bacino di utenti è talmente vasto da rendere effettivamente WhatsApp uno strumento di comunicazione trasversale e quasi universale.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum