Non avendo ancora l’opzione per gestire video di gruppo (che comunque, sarà implemetata nell'app al più presto) gli utenti di WhatsApp per video-chattare si appoggiano ad applicazioni di terze parti come, ad esempio, Booyah che, finalmente, è disponibile anche per Android dopo essere stata lanciata inizialmente solo su iOS.

Al grido di "Video calling made easy", motto dell'app, Booyah non richiede alcuna registrazione, nessun login e neppure un invito da parte di chi già la usa.

Booyah
Booyah

L'app si integra perfettamente con gli account di WhatsApp offrendo un collegamento del tutto "naturale", senza soluzione di continuità, quando si passa da una chat di gruppo "tradizionale" a una video chat (è possibile chattare fino a un massimo di 12 persone contemporaneamente). Mano mano che le utenze cresceranno, l'app adatterà in maniera elastica le immagini sullo schermo.

Ma Booyah funziona anche senza WhatsApp: anche in mancanza della famosa app sul telefono, funzionerebbe lo stesso. Attiverebbe la funzione "Share Intent" che permetterebbe di connettersi attraverso altre applicazioni di messaggistica quali Messenger, Instagram, Snapchat o altre simili.

Lo sviluppatore assicura che nessuna informazione personale è raccolta durante le conversazioni e che i dati che passano su Booyah non vengono registrati da WhatsApp.
Booyah può essere scaricato gratuitamente dal Play Store di Google.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum