Nonostante ci siano parecchie alternative, WhatsApp rimane l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo. Il prossimo update potrebbe portare all’interno del servizio due novità di rilievo, che permetteranno di non lasciare la piattaforma per eseguire delle ricerche o controllare dei link.

WhatsApp: il browser interno

L’implementazione di un browser Web all’interno di un’app è una scelta fatta da molti sviluppatori per una serie di motivi. Ad esempio, la sua presenza all’interno dell’applicazione di Gmail è ormai indispensabile per gli utenti, che possono controllare velocemente il link presente in un messaggio di posta elettronica. Tutto senza l’asciare l’app.

Oltre alla praticità, uno sviluppatore potrebbe optare per un browser interno per aumentare il tempo di permanenza sulla piattaforma. Sembra che la novità sia in test su WhatsApp e potrebbe presto arrivare in versione beta, almeno sull’app per Android.

La ricerca inversa per immagini

WhatsApp, mezzo di diffusione di massa di notizie false: molte di queste sono accompagnate da fotografie e la possibilità di controllare velocemente se le stesse sono mai comparse sul Web e – nel caso fosse così – in relazione a quale argomento, potrebbe aiutare a limitare il fenomeno delle fake news.

Chiaramente, il servizio – per adesso in test all’interno dell’app per Android – sfrutterebbe la ricerca inversa per immagini offerta da Google. Direttamente dall’applicazione di WhatsApp si potrebbe procedere ad una ricerca della foto ricevuta per verificarne l’autenticità.

Anche in questo caso, non è certo che la novità sia effettivamente rilasciata prima in beta e poi in versione stabile. Tuttavia, speriamo che entrambe le nuove funzioni possano effettivamente essere implementate tanto su Android quanto su iOS: se proprio non riusciamo a rinunciare a WhatsApp, pretendiamo almeno un’applicazione completa.

Fonte: GSM Arena