Dopo l’annuncio di alcune modifiche alla privacy policy di WhatsApp, è stata bufera. Senza aver ben chiaro cosa stesse accadendo, moltissimi utenti hanno deciso di passare ad altri sistemi di messaggistica. In un blog post, dove chiarisce nuovamente la sua posizione, il team di WhatsApp instilla il dubbio: sei così sicuro di cambiare servizio di messaggistica istantanea?

WhatsApp: non sono tutte oro le app che luccicano

Quello che accadrà dopo il cambio di condizioni di WhatsApp, è bene chiarirlo, non permetterà al sistema di leggere le conversazioni degli utenti, che resteranno sempre protette da crittografia end-to-end. Riguarderà principalmente l’utilizzo business della piattaforma. Se lo desideri, puoi approfondire in un post ufficiale dedicato.

Nonostante i molteplici chiarimenti, sembra però che moltissimi utenti abbiano voluto “scappare via” da WhatsApp,  provando altre piattaforme. Non solo Telegram e Signal, qualcuno sicuramente ha finito per installare applicazioni di dubbia affidabilità ed è proprio questo che sottolinea il team del celebre servizio di messaggistica, che spiega:

Comprendiamo che in questo periodo alcune persone abbiano provato altre applicazioni di messaggistica per verificare quali opzioni offrono. Alcune applicazioni concorrenti dichiarano di non poter vedere i messaggi degli utenti. Tuttavia, se un’applicazione non offre la crittografia end-to-end come impostazione predefinita, significa che può leggere i messaggi. Altre applicazioni affermano di essere migliori perché hanno accesso a una quantità inferiore di dati rispetto a WhatsApp. Riteniamo che le persone siano alla ricerca di applicazioni che siano allo stesso tempo sicure e affidabili, ed è per questo che WhatsApp ha accesso a una quantità limitata di dati. Ci impegniamo a prendere sempre decisioni ben ponderate e continueremo a cercare nuove soluzioni per adempiere alle nostre responsabilità usando sempre meno dati.

In soldoni, la domanda è: stai cambiando (inutilmente) per paura che la tua privacy non sia al sicuro? Bene, sei sicuro del sistema che hai scelto?

Una provocazione probabilmente lecita, considerando la reazioni per certi versi sproporzionata alle novità dell’ultimo periodo.

Fonte:Whatsapp Blog