Secondo il noto analista Ming-Chi Kuo il volume delle unità di iPhone venduti in Cina potrebbero subire un notevole calo se Apple fosse obbligata a eliminare la popolare app di messaggistica WeChat dal proprio store.

iPhone senza WeChat: già le vendite in Cina

Dopo l’approvazione di un recente ordine esecutivo da parte dell’amministrazione USA per vietare le transazioni statunitensi con la società madre Tencent il gruppo di Cupertino potrebbe dover rimuovere la celebre app dai suoi store in tutto il mondo.

Per chi non lo sapesse, WeChat è un servizio di messaggistica che ha particolarmente successo in Cina e in Asia. Il divieto di distribuirla sugli iPhone, stando a ciò che prevede Kuo, sarebbe devastante per Apple.

Poiché WeChat è diventata una “necessità” quotidiana in Cina, integrando funzioni come messaggistica, pagamenti, e-commerce, social networking, notizie e produttività, riteniamo che le spedizioni di prodotti hardware di Apple nel mercato cinese diminuirebbero in modo significativo in caso di rimozione dall’App Store. Stimiamo che le spedizioni annuali di iPhone possano subire un calo del 25-30% e quelle di altri dispositivi della mela morsicata, inclusi AirPods, iPad, Apple Watch e Mac, del 15-25%.

Prima di giungere a conclusioni, tuttavia, bisogna attendere ancora più di un mese, considerando che i divieti stabiliti nell’ordine esecutivi non entreranno in vigore prima del 20 settembre. Fino a quel giorno molte cose potrebbero cambiare: c’è la possibilità che la rimozione di WeChat interessi esclusivamente lo store attivo in Cina.

Le migliori offerte di oggi per Apple iPhone 11 Pro: tutti i prezzi

Fonte:macrumors