Vodafone conferma la notizia che circola da diversi giorni a riguardo di una possibile rimodulazione negativa dei prezzi di alcune delle proprie tariffe. 1,99€ in più dal 3 di settembre in cambio di minuti illimitati.

Il malcontento degli utenti è forte per una serie di regioni. Innanzitutto, anche se le telefonate illimitate servissero, quasi 2€ in più ogni mese rendono le tariffe decisamente meno convenienti.

 

Vodafone cede ed offre minuti illimitati, ma assolutamente non gratis

 

In un mercato in cui ormai praticamente tutti gli operatori offrono minuti illimitati, nella maggior parte delle promozioni, anche Vodafone ha deciso di adeguarsi. Quindi, niente più limiti alle nostre telefonate verso numeri di rete mobile e fissa nazionali, anche in roaming. La mano sulla coscienza del gestore rosso non è però gratuita. Ha un peso di poco meno di 2€ ogni mese. La rimodulazione partirà dal 3 settembre per alcuni piani tariffari. Ad ogni modo, l’azienda ha già iniziato ad avvisare via SMS i clienti interessati.

 

Fra diritto di recesso e cambio operatore

 

Le possibilità di esercitare il diritto di recesso oppure cambiare direttamente operatore, nella speranza di ricevere un'offerta di winback più interessante, saranno le conseguenze principali di questa rimodulazione.

Con tutte le nuove offerte di questo periodo, arrivate dopo l'ufficializzazione in Italia di Iliad , è abbastanza improbabile che i clienti decideranno di subire passivamente l'aumento di prezzo. Soprattutto considerando che – in caso di rimodulazione – anche gli abbonamenti prevedono il diritto di recesso, proprio a conseguenza del cambio unilaterale delle condizioni contrattuali. In fin dei conti si tratta comunque di quasi 24€ in più ogni anno e non è detto che i consumatori siano decisi a sborsarli. Ecco l'estratto del comunicato stampa che vi spiega come esercitare il diritto di recesso:

"Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un’offerta che include un telefono e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a: Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino, o via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata."

FONTE