Vodafone Group ha ufficializzato l’esito dell'asta condotta dal Ministero dello Sviluppo Economico per l'assegnazione agli operatori di telefonia mobile delle frequenze 4G.

La controllata Vodafone Italia, si legge nella nota, si è aggiudicata un totale di 60 megahertz (2×30 MHz) del nuovo spettro messo all'asta dal governo italiano. Nel dettaglio Vodafone Italia si è aggiudicata un totale di 20 MHz (2×10 MHz) nella banda a 800 MHz, 10 MHz (2x5MHz) in quella da 1,8 gigahertz e 30 MHz (2x15MHz) nella banda da 2,6 gigahertz per un corrispettivo di 1,26 mld euro.

 

Le frequenze ottenute consentiranno a Vodafone Italia di sviluppare la prossima generazione di servizi per la trasmissione di dati tramite tecnologia Long Term Evolution (Lte), che consentira' all'operatore di telefonia mobile di fornire ai propri clienti servizi avanzati di internet mobile in tutto il paese, anche nelle zone rurali. Nello sviluppo dei servizi Lte, Vodafone Italia si avvarrà dell'esperienza di Vodafone Germany, che ha lanciato la tecnologia verso la fine del 2010.

Nella nota la società precisa inoltre che la frequenza da 800 MHz, finora nota come 'dividendo digitale' determinato dal passaggio al digitale televisivo terrestre, sarà disponibile a gennaio 2013, quando sarà liberata dalle emittenti locali. La banda di frequenza da 1,8 GHz sarà disponibile entro la fine del 2011 e quella da 2,6 GHz entro la fine del 2012.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum