Vivo ha recentemente brevettato una nuova smartband intelligente. Tuttavia, ciò che distingue questo prodotto dalle soluzioni proposte in precedenza dall’azienda, è legato all’implementazione di un display curvo assieme ad un sensore per il monitoraggio della frequenza cardiaca. Secondo un nuovo brevetto emerso nel database della CNIPA (China’s Intellectual Property Administration) nel corso degli ultimi giorni, la casa cinese starebbe appunto lavorando alla realizzazione di un nuovo dispositivo indossabile particolarmente interessante.

Vivo progetta una nuova smartband

Attraverso le immagini fornite assieme ai brevetti, è possibile notare come la nuova smart band Vivo ricordi soluzioni simili offerte sia da Xiaomi che da Realme. Quello che differisce è il quadrante che dispone di angoli leggermente arrotondati su di una cornice rettangolare. La parte superiore del dispositivo sembrerebbe anche ospitare un ritaglio per l’aggiunta di un altoparlante, mentre il display è curvato nelle parti laterali.

Si potrebbe dunque trattare di una nuova tipologia di prodotti nella categoria delle fitness band realizzata dal colosso della tecnologia cinese. Tuttavia, è ancora troppo presto per esprimere giudizi, soprattutto considerato che non disponiamo di ulteriori dettagli. Il brevetto non rivela alcuna specifica tecnica relativa al prodotto.

Passando al cinturino, sembrerebbe essere costituito da un design classico, visto già anche in altri prodotti. Da notare però come una delle due intersezioni, comprenda l’ingresso per la ricarica, raggiungibile appunto sfilando la parte superiore del cinturino stesso. Nulla di nuovo certo ma comunque il posizionamento e la praticità di utilizzo sono dei dettagli da non sottovalutare, considerato che una simile soluzione andrebbe anche ad eliminare i problemi relativi al trasporto di un cavo USB per la ricarica sostituito invece solo da un adattatore per la presa a muro nel caso se ne avesse bisogno. Anche la Realme Smart Band dispone di questa feature e non è da escludere che Vivo abbia preso almeno in parte ispirazione proprio da questo modello.

Fonte:Gizmochina